4shared
4.3 C
Napoli
martedì, 25 Gennaio 2022

Napoli: la primavera inizia con le Giornate FAI

Da non perdere

Davide Franciosahttps://www.21secolo.news
27 anni, poliedrico, sensibile, napoletanissimo. E' Compositore video-grafico e operatore di comunicazione sociale. Malato di "teatrite acuta", appassionato di cinema, musica, lettura e scrittura creativa, ha l'Africa nel cuore. Sogna di diventare editore e un teatro tutto suo.

Orgogliosi di essere italiani. In periodi turbolenti come questi, l’arte e la cultura, l’immensa bellezze della nostra storia, sono le medicine migliori per curare la sete di conoscenza e di meraviglia. Anche quest’anno ripartono le Giornate FAI di Primavera, che permetteranno di visitare chiese e castelli, archivi e palazzi storici, paesaggi naturali e archeologie industriali e ascolta le storie – non solo quelle con la S maiuscola, ma anche quelle minori, gli aneddoti e le curiosità – che questi luoghi custodiscono, grazie ai volontari del FAI che anche quest’anno si faranno portavoce di un’Italia appassionata del suo passato, partecipe del suo presente e impegnata per il suo futuro.

Giornate FAI di Primavera_21secoloCULTURA E BELLEZZA, LINGUAGGI CONDIVISI – Anche i numeri vogliono la loro parte: dal 1993 sono stati ben 8,5 milioni i visitatori che hanno partecipato alle Giornate FAI di Primavera, vivendo un’esperienza lunga 23 anni e 110 mila volontari che distruggono qualsiasi stereotipo sul disinteresse degli italiani all’offerta culturale. Sono centinaia i chilometri di code ordinate, che raccontano un evento straordinario che è in grado di portare in questi luoghi persone di ogni età disposte a mettersi in fila per vivere le emozioni che le opere d’arte possono trasmettere dal vivo. Italiani, per una volta, non rumorosi ma pronti ad ascoltare le vicende, spesso intricate, sempre avvincenti, racchiuse nei monumenti che li circondano, se narrate con passione a tutti, italiani e stranieri, ai quali l’arte e la cultura possono e devono tornare a parlare con un linguaggio condiviso. Quest’anno saranno ben 900 i luoghi visitabili e a breve si conoscerà il programma dettagliato delle visite che vi comunicheremo appena noto.

NAPOLI – Le giornate FAI si trasformano in momenti speciali per scoprire i capolavori napoletani. Le scorse edizioni, tra i luoghi visitabili e più apprezzati hanno figurato il Real Monte Manso di Scala di via Nilo, Villa Rosebery la villa del Presidente della Repubblica, il Complesso della Real Casa dell’Annunziata o l’Insula monumentale di Santa Caterina a Formiello. Oltre a luoghi storici, gettonatissimi anche luoghi importanti della nostra città come il Centro di produzione Rai di Napoli o la Stazione Neapolis di piazza Museo o lo studio Trisorio. Visitabili anche la bellissima Baia di Ieranto a Massa Lubrense, la chiesa e il convento di San Francesco di Paola sempre a Massa lubrense o il cammino delle acque del Monte Somma un insieme di splendidi percorsi naturalistici tra paesaggio e cultura. A breve verrà fornito l’elenco dettagliato delle visite disponibili per il 19 e 20 marzo 2016.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli