7.6 C
Napoli
domenica, 29 Gennaio 2023

Napoli-Juve non c’è stata: le possibili conseguenze

Da non perdere

Juve-Napoli

Una serata surreale quella che è andata in scena domenica 4 ottobre all’Allianz Stadium di Torino. Nonostante l’assenza del Napoli, il Presidente Andrea Agnelli ha deciso di far scendere ugualmente in campo la Juventus, ribadendo alla stampa la sua volontà di attenersi al protocollo FIGC.

Il patron della Vecchia Signora, ha inoltre dichiarato di aver ricevuto un messaggio di testo da parte di Aurelio De Laurentiis, Presidente del Napoli, in cui quest’ultimo manifestava la sua volontà di giungere ad un gentlemen agreement tra le due società.

L’ASL di Napoli, avrebbe infatti impedito la partenza della squadra a seguito della positività al COVID-19 dei calciatori Piotr Zieliński ed Elif Elmas. Ciononostante, la Lega Serie A ha confermato l’impegno presenziato da Juventus, tifosi e classe arbitrale, al quale però il Napoli non ha preso parte.

Un’assenza che sarà tema di dibattito e discussioni, le quali troveranno un verdetto nelle prossime 48 ore, quando il caso sarà analizzato sulla scrivania del Giudice Sportivo.
l’ipotesi più probabile ad oggi è che la squadra azzurra venga penalizzata con una sconfitta per 3-0 a tavolino. Se tale possibilità dovesse concretizzarsi, l’avvocato della società partenopea Mattia Grassani, nonché esperto di diritto sportivo, ha già comunicato che il club procederà per vie legali presentando un ricorso.

Il Napoli crede fermamente di poter far leva sul precedente causato dal Genoa, squadra affrontata al San Paolo nello scorso turno di Serie A, in una partita vinta per 6-0 dagli azzurri, a seguito della quale, a pochi giorni di distanza, è stata confermata la positività al COVID-19 di 22 elementi del club ligure, tra calciatori e staff.

Anche il Ministro dello Sport Vincenzo Spadafora, attraverso una nota diffusa a poche ore dall’inizio del match, ha ribadito la possibilità delle ASL di avere voce in capitolo su eventuali spostamenti da parte delle società, specificando poi di anteporre la salute a qualsiasi altro interesse sportivo o economico.

Al contempo, i vertici bianconeri sono di tutt’altro avviso sulla questione e ritengono che il documento approvato dal CTS parli chiaro. Nelle prossime ore vedremo chi avrà ragione, ma resta complessa l’ipotesi di un rinvio, a causa del calendario esigente di entrambe le società. Ad ogni modo il Presidente Agnelli ha concluso il suo discorso in modo piuttosto eloquente: “3-0 a tavolino? Preferisco vincere sempre sul campo”.
Ma ora dal campo si passa alla legge: al Giudice Sportivo l’ardua sentenza.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli