venerdì 24 Maggio, 2024
24.8 C
Napoli

Articoli Recenti

spot_img

Napoli: “In altro mare – Incontri con le creature degli abissi”

Il legame tra Napoli e il mare è presente dai tempi più antichi ed ha trovato spazio in ogni forma d’arte. Questi due elementi, talmente vicini da essere fusi l’ uno con l’altro, sono il tema centrale della rassegna “In altro mare – Incontri con le creature degli abissi”, presentata da Rosalba Di Girolamo per Baba Yaga Teatro, a Napoli al Museo Darwin – Dohrn il 30 maggio, l’1 e il 2 giugno.

L’evento, realizzato con la partecipazione della Stazione culturale Darwin – Dohrn e con la Fondazione Dohrn, è un’ iniziativa  sostenuta dal comune per il Maggio dei monumenti 2024 – le acque di Napoli.

“In altro mare – Incontri con le creature degli abissi”, un viaggio interiore

Proprio l’arte sarà il filo conduttore che unirà i due poli della mostra: Napoli e il mare. Questo avverrà con storie narrate e cantate nelle quali si parla di incontri con creature del mare. Tali incontri si basano sull’idea che l’ altro – in questo caso le creature degli abissi – sia lo specchio simbolico del nostro sé più profondo.

La direttrice artistica Di Girolamo rimarca tale concetto, sottolineando che se il mare è il riflesso dell’ animo umano, lo sono inevitabilmente anche le creature che lo abitano.

Napoli: il programma della rassegna

La rassegna partirà giovedì 30 maggio (20.45), con Rosalba Di Girolamo che presenterà “Moby Dick l’incantatrice”, un monologo per sette voci che ha come protagonista proprio la balena bianca. Si tratta di un adattamento della stessa Di Girolamo da Moby Dick di Herman Melville.

Rosalba Di Girolamo come narratrice, Rocco Zaccagnino alla fisarmonica e Marco Messina autore della musica elettronica danno vita ad una lettura musicata molto suggestiva, un intreccio di voci, di suoni dai quali si diramano riflessioni introspettive, ballate e arcane predizioni.

Sabato primo giugno alle 20.45 troveremo Ventimila leghe sotto i mari, racconto accompagnato da buona musica, tratto dal romanzo di Jules Verne. A fare da voce narrante ci sarà Imma Villa con Paolo Coletta, che si occuperà della parte musicale.

La rassegna si conclude domenica 2 giugno alle 20.45 con Paolo Cresta e Carlo Lomanto in “Ligheia: la sirena Favola d’amore”.

Prepariamoci ad un viaggio intenso, coinvolgente, alla scoperta delle creature degli abissi nonché degli aspetti più reconditi dell’animo umano.