Napoli, immigrato si spoglia in strada e semina panico

Attimi di terrore a Napoli. Ieri sera in via Milano, arteria principale del quartiere Vasto, un giovane extracomunitario prima inizia ad urlare a squarciagola, poi si denuda per la strada mostrando i genitali ed infine minaccia i passanti con un coltellino che aveva nella tasca dei pantaloni. Le ragioni del gesto folle, ripreso tramite i cellulari dai residenti della zona dai propri balconi di casa, sono a noi ancora sconosciute. Ma, in base ai dettagliati resoconti dei testimoni, si può affermare che l’uomo era in un chiaro stato di alterazione psico-fisica, dovuta all’uso spropositato di droghe ed alcol. La situazione non è degenerata grazie all’arrivo sul posto dei carabinieri, (chiamati tempestivamente dai cittadini in preda al panico) i quali, seppur con qualche difficoltà, sono riusciti ad acciuffare il ragazzo, immigrato proveniente dal Gambia, per poi arrestarlo con le accuse di possesso d’armi ed atti osceni in luogo pubblico.

Sono settimane che nel Vasto i residenti polemizzano circa la questione immigrati, raccontando ai microfoni de Il Mattino che casi come questo sono ormai all’ordine del giorno e sembrano addirittura non fare più notizia. I cittadini napoletani chiedono fermamente al sindaco Luigi de Magistris di disporre quotidianamente controlli serrati sulle attività svolte dai negozi gestiti dagli extracomunitari. Molti di questi negozi, infatti, operano al di sopra delle leggi e sarebbero proprio le piazze di spaccio degli alcolici di contrabbando importati dalla Nigeria. “Il nostro quartiere non può più essere una zona dove scaricare responsabili di ogni genere e di ogni nazionalità”, gridano i cittadini. Ma lo scontro ad alta tensione tra residenti e Comune non si conclude qui: qualche giorno fa quest’ultimo ha deciso di istituire, a ridosso del Vasto per l’appunto, in una struttura sottratta alla camorra, un centro d’accoglienza per immigrati. Il presidente della IV Municipalità, Giampiero Perrella, si dichiara vicino ai residenti del quartiere Vasto e definisce tale decisione come “irresponsabile, grave e sbagliata”.

Print Friendly, PDF & Email

Laureata in Lettere Moderne, classe '91. Nutre una forte passione per il calcio e per il "suo" Napoli, ma anche per il fantacalcio. Ama fare lunghi viaggi alla ricerca di nuove culture e tradizioni. Nel tempo libero c'è la musica latina e Tiziano Ferro a farle compagnia.

more recommended stories