domenica 14 Aprile, 2024
16.8 C
Napoli
spot_img

Articoli Recenti

spot_img

Napoli: è morto Pasquale Apicella, poliziotto e papà

Pasquale Apicella, di mestiere poliziotto, era un uomo di trentasette anni, ligio al dovere e dotato di grande coraggio.

Oggi, Pasquale ha tentato di sventare una rapina e di fermarne gli esecutori, ma il suo gesto ha avuto, purtroppo, drammatiche conseguenze.

La vicenda

Mentre i malviventi cercavano di portare a termine il colpo,  le forze dell’ordine hanno impiegato tutte le loro energie, per creare un posto di blocco che avrebbe dovuto fermarli.

Tuttavia, al segnale alt, i rapinatori non hanno smesso di correre e Apicella è rimasto ucciso, durante tale terribile momento. Due criminali appartengono all’etnia rom e risiedono nel campo nomadi di Giugliano (NA), mentre il terzo della banda è ora ricercato.

Per eseguire il furto, i tre uomini sono ricorsi ad un’auto rubata, con targa sovrapposta e telaio forato.

Poiché le due auto, quella della polizia e quella dei rapinatori, si sono scontrate, il motore della macchina rubata è volato in aria.

Chi era Pasquale Apicella?

Pasquale era un poliziotto, ma anche un padre di famiglia e un tatuatore.

L’uomo oggi ha lasciato per sempre sua moglie e i suoi due figli piccoli, un bambino di 6 anni e un neonato di pochi mesi.

La sua carriera di agente ha inizio nel dicembre del 2014, lavorando dapprima alla Questura di Milano, poi al commissariato Trastevere e infine a Napoli.

Nella città di Napoli, gli affidano, nel 2017, una collaborazione col commissariato di Scampia e in seguito, nel  dicembre 2o19, il poliziotto passa al commissariato di Secondigliano.

Salvini: “I delinquenti paghino fino in fondo”

«Spero che questi delinquenti senza scrupoli paghino fino in fondo, senza sconti», ha dichiarato il politico di destra, Matteo Salvini.

E’ sul social Facebook che Salvini ha espresso il suo rammarico per la perdita di una giovane vita, e la sua rabbia perché sia fatta giustizia quanto prima.

“Un poliziotto di 37 anni, un giovane papà, ucciso a Napoli nel tentativo di sventare una rapina in banca: arrestati due giovani Rom che non si sono fermati, investendo l’auto della pattuglia. Immagini devastanti, che fanno male al cuore. Spero che questi delinquenti senza scrupoli paghino fino in fondo, senza sconti! Una preghiera per l’agente scelto Pasquale Apicella, un abbraccio commosso ai suoi cari e all’intera Polizia di Stato”.