Napoli: cittadinanza onoraria al regista Bakri

Bakri "ambasciatore e pontiere di pace e uguaglianza in una terra lacerata".

Luigi De Magistris, primo cittadino di Napoli, conferirà la cittadinanza onoraria a Mohammad Bakri, attore e regista palestinese con cittadinanza israeliana.

Bakri è un attore, regista e sceneggiatore palestinese sotto processo per aver girato illegalmente, nel 2002, il documentario Jenin, Jenin. Bakri fu accusato quindi di aver raccontato con una telecamera i massacri del campo profughi di Jenin, in Cisgiordania, villaggio palestinese andato completamente distrutto.

immagini-da-jenin-jenin

Il docufilm, girato nel campo profughi al termine di un’azione militare israeliana, suscitò molte polemiche fra l’opinione pubblica israeliana. Mohammad Bakri fu accusato di aver intervistato i sopravvissuti e nessun ufficiale dell’esercito israeliano. Il film fu sequestrato dalle sale israeliane con l’accusa che non si può definire documentario un film che racconta un evento da un unico punto di vista. L’Alta Corte di Giustizia dissequestrò il film nel 2004, dichiarandolo però di propaganda; e gli attacchi e le accuse a Bakri e alla sua famiglia non si sono ancora fermati.

Nel 2018 è stata nuovamente aperta una causa contro Bakri proprio per il documentario Jenin, Jenin.

jenin-jenin

Il riconoscimento da parte di Napoli sarà consegnato a Bakri giacché “ambasciatore e pontiere di pace e uguaglianza in una terra lacerata”.

L’annuncio è stato fatto nella giornata di venerdì 19 ottobre, a seguito dell’incontro che il sindaco ha avuto presso Palazzo San Giacomo con Bakri e Luisa Morgantini.

De Magistris evidenzia il suo onore all’iniziativa, aderendo “come uomo e come sindaco all’appello promosso da Luisa Morgantini e da Assopace Palestina, e sostenuto da numerose personalità di cultura in favore di Mohammad Bakri”.

Il sindaco ha inoltre espresso la propria vicinanza “a tutte le persone sotto processo per aver lottato contro e ingiustizie e le disuguaglianze a Riace come in Palestina”.

“Napoli – conclude De Magistris – città delle Quattro Giornate, è impegnata nella promozione del diritto alla cittadinanza globale”.

Print Friendly

LASCIA UN COMMENTO