10.5 C
Napoli
lunedì, 30 Gennaio 2023

Napoli: baby gang semina il terrore sul lungomare

Da non perdere

C’è una nuova baby gang che nell’ultimo periodo sta seminando il terrore nella zona compresa tra via Partenope e la Villa comunale della città, la chiamano «la banda della scogliera»: perché il gruppo di ragazzini che minaccia e poi deruba uomini, donne e coppiette preferisce mettere a segno i colpi a chi si addentra tra gli scogli in cerca di un momento di intimità o semplicemente rilassarsi godendo dello splendido panorama.

La baby gang sarebbe composta da ragazzini, probabilmente minorenni – stando a quanto raccontano le vittime interrogate – e agisce nella modalità che ormai già abbiamo imparato a conoscere. In tre o quattro puntano la sventurata vittima e con fare minaccioso la aggrediscono con un’arma che il più delle volte non compare mai. I malcapitati sono spesso donne e coetanei, che sono costretti a consegnare i cellulari o i pochissimi soldi che hanno. Ma si sa, lo scopo di questi baby-rapinatori non è tanto il bottino ma il divertimento, ovvero il sentirsi potenti dinanzi ad una persona sola ed indifesa.

Il lungomare non è nuovo a questo tipo di episodi, infatti la zona in passato è stata oggetto di rapine, scontri tra gruppi rivali e aggressioni talvolta anche gravi. Lo scorso anno, ad esempio, alcuni ragazzini giravano a torso nudo a bordo di scooter senza targa e senza casco, il loro “gioco” preferito era investire i passanti. Ma non finisce qui, infatti due anni fa una ragazzina che aveva marinato la scuola, mentre aspettava i suoi amici fu accerchiata da una banda composta da 10 giovanissimi di età compresa tra gli 11 e i 14 anni, che iniziarono a schernirla con il tentativo di rubarle il telefono che finì in acqua. In quel caso però la giovane vittima riuscì a fuggire e ad allertare le forze dell’ordine.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli