12.8 C
Napoli
lunedì, 5 Dicembre 2022

Napoli: arriva la “droga dei cinesi”

Da non perdere

Arriva anche a  Napoli «shaboo», la cosiddetta “droga dei cinesi”. E’ stata sequestrata dai carabinieri a Terzigno, comune dell’area vesuviana. La sostanza stupefacente è stata sequestrata in diverse parti d’Italia e questo sembra essere il primo caso in Campania.

A finire in manette un pusher cinese di 54 anni che è stato sorpreso dai carabinieri mentre la stava spacciando. L’uomo è stato colto in flagrante mentre cedeva due dosi ad un acquirente ma, nella successiva perquisizione nella sua abitazione, a San Giuseppe Vesuviano, i militari hanno rinvenuto altre sette dosi, pari a circa cinque grammi. Insieme alla droga sono stati rinvenuti anche due bilancini di precisione, bustine ed altro materiale per il confezionamento degli stupefacenti. Intanto oggi lo spacciatore verrà processato per direttissima, mentre proseguono le indagini dei carabinieri  per chiarire la destinazione della sostanza e soprattutto il giro illecito che si nasconde dietro ad essa.

La droga in questione proviene in genere da Filippine, Cina e Thailandia, e servirebbe ad aumentare la produttività negli opifici gestiti dagli orientali, dove come è ben risaputo i ritmi sono altissimi. Si tratta di una potente metanfetamina ritenuta nove o dieci volte “più forte della cocaina,” il cui effetto è in grado di annientare il senso di fatica anche per 14-16 ore. Essa provoca però dipendenza immediata e porta – sul lungo termine – a comportamenti violenti ed a crisi di ansia, paranoia, confusione, insonnia oltre a tutta una serie di disturbi della personalità, preceduti da stati di euforia e apparente lucidità data dal rilascio della dopamina. Uno degli effetti della shaboo è infatti la risposta piuttosto rapida dell’organismo, che può persino portare alla completa devastazione del volto se assunta per periodi medio-lunghi. Diverse le modalità di assunzione, i filippini ne inalano i vapori dopo averla scaldata, gli italiani preferiscono scioglierla in acqua.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli