8.3 C
Napoli
domenica, 5 Febbraio 2023

Napoli, arrestato per coltivazione di cannabis

Commerciante 43enne di Sant'Antimo, arrestato dalle forze dell'ordine locali, per coltivazione illecita di cannabis

Da non perdere

E’ stato disposta questa mattina da parte dei Carabinieri del nucleo operativo di Sant’Antimo, un’ordinanza di custodia cautelare per un commerciante 43enne, incensurato,  residente anch’egli a Sant’Antimo, nell’area a nord di Napoli, con l’accusa di detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio.

Dalle ricostruzioni degli inquirenti, a seguito di un accurata perquisizione presso l’abitazione del commerciante, sono stati rinvenuti nella mansarda ingenti quantitativi di materiali per la produzione e la lavorazione delle sostanze stupefacenti.

Più nello specifico, i Carabinieri, hanno ritrovato 12 barattoli di vetro contenenti marijuana con un peso di circa 900 grammi, ventole, lampade alogene, fertilizzanti, termostati, – consoni per la produzione della cannabis – e bilancini e bustine, adoperati per lo stoccaggio e la vendita della merce.

Tutto l’occorrente per la preparazione e la vendita era stato allestito a tavolino nella mansarda presso l’abitazione dell’uomo,  a mo’ di laboratorio.

All’interno dell’abitazione c’era anche un Vademecum, ovvero un formulario contenete le nozioni base di un determinato argomento,  in questo caso , della cannabis, in cui passo per passo, il lettore era inoltrato alla pratica della coltivazione e preparazione della marijuana.

Inoltre, gli uomini dell’Arma, hanno ritrovato all’esterno della casa, nel giardino sul retro, 6 piante di cannabis alte quasi 2 metri.

In via cautelare, sono stati confiscati all’uomo, anche 4 fucili detenuti regolarmente ma con porto d’arma scaduto.

Intanto, come annunciato dagli stessi inquirenti, sono ancora in moto le indagini inerenti ai ritrovamenti, per capire se vi fosse o meno un coinvolgimento della criminalità organizzata locale, dietro le iniziative illegali dell’uomo.

 

image_pdfimage_print

Ultimi articoli