4shared
9.2 C
Napoli
domenica, 23 Gennaio 2022

Napoli, agguato a un ragazzo ventiduenne del Mali

Il ventiduenne, nei pressi di piazza Garibaldi, è stato colpito da piombini ad aria compressa, sparati da alcune persone con un fucile in un’automobile in corsa.

Da non perdere

Nella notte fra il 20 e 21 giugno 2018, a Napoli è avvenuto un episodio orribile. La vittima di questo brutto episodio è Konatè Bouyagui, un ventiduenne originario del Mali, attualmente a Napoli come richiedente asilo.

Questi, attraverso l’aiuto di una società formata da altre persone straniere, è riuscito ad aprire in una struttura sita a Chiaia un ristorante multietnico, che fornisce lavoro anche ad altri extracomunitari, che hanno di conseguenza ricevuto il diritto alla protezione nello status di rifugiati.

Tutto sembra filare liscio per Konatè, che ha realizzato un vero e proprio sogno a Napoli, ma tuttavia il ventiduenne originario del Mali, tra mercoledì e giovedì notte è stato vittima di un agguato.

Il ragazzo, quasi giunto in piazza Garibaldi è stato colpito da alcuni piombini ad aria compressa, sparati da alcune persone con un fucile in un’automobile in corsa.

Durante tale agguato, Konatè è stato colpito all’addome e prontamente è stato  trasportato all’ospedale più vicino, ovvero il Loreto Mare, dove ha ricevuto dai medici presenti sul posto tutte le cure opportune e necessarie. Successivamente il ragazzo è stato dimesso con una prognosi di dieci giorni.

Konatè ha subito denunciato l’accaduto alle forze dell’ordine, le quali stanno attualmente effettuando tutte le dovute indagini del caso per capire le effettive dinamiche dell’accaduto.

Durante la denuncia, il ragazzo ha raccontato particolari agghiaccianti dell’accaduto. Infatti pare che le due persone coinvolte nell’agguato al ventiduenne quando gli abbiano sparato, abbiamo successivamente riso in modo fragoroso. Le forze dell’ordine ipotizzano che tale episodio si possa ricondurre ad un atto di matrice razzista.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli