Napoli, musei gratis, registrati ottimi risultati

Dagli Scavi di Pompei alla Reggia di Caserta, da Palazzo Reale a Castel Sant’Elmo, diversi itinerari culturali, artistici, archeologici, storici, che è possibile visitare gratuitamente la prima domenica del mese.

Napoli
Napoli

Dagli Scavi di Pompei alla Reggia di Caserta, da Palazzo Reale a Castel Sant’Elmo, diversi itinerari culturali, artistici, archeologici, storici, che è possibile visitare gratuitamente la prima domenica del mese. In quest’ambito, ieri, domenica 6 ottobre è tornata in tutta Italia l’iniziativa “Domenica al Museo” promossa dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo. Nei luoghi della cultura dello Stato, ogni prima domenica del mese, l’entrata sarà libera. L’iniziativa è stata lanciata nel 2014 e in cinque anni ha fatto registrare 15 milioni di visitatori. Grande successo nelle diverse città italiane, boom di visitatori a Napoli, in particolare modo, agli scavi di Pompei e ad Ercolano. Proprio agli scavi di Pompei il ritorno tanto atteso dell’ingresso gratuito, in questa prima domenica del mese, si è rivelato essere un test per i nuovi dispositivi di sicurezza. Si sono registrate lunghe file, tantissimi i turisti, ma anche i napoletani, in attesa, ma nessun problema. 

Un’ottima iniziativa, che abbinata ai nuovi servizi di sicurezza, è stata particolarmente apprezzata dai turisti.  Il nuovo sistema di sicurezza, prevede, metal detector e scansione dei bagagli, rilevazione di eventuali materiali pericolosi, mediante la scansione del bagaglio in un circuito nuovo, testato in un giorno, che ha registrato grandi numeri, nonostante sembrerebbe che la procedura rallenti in qualche misura l’afflusso. 

I risultati della prima domenica del mese con entrata gratuita nei musei, sono stati piuttosto soddisfacenti e si è registrato soprattutto, molto entusiasmo tra coloro che hanno scelto di trascorrere una giornata all’insegna della cultura, dell’arte, della storia e della conoscenza.

Folla che ha interessato non solo Pompei, ma anche la suggestiva Ercolano, con un nuovo percorso sotterraneo, che sarà fruibile anche nel mese di ottobre, offrendo un ulteriore opportunità ai visitatori. Oltre a Pompei ed Ercolano, a Napoli, tanti altri musei hanno partecipato all’iniziativa; tra questi, il Museo Archeologico Nazionale, Castel Sant’Elmo, Certosa e Museo di San Martino, Museo Madre, Palazzo Reale di Napoli, Bosco di Capodimonte, Museo di Capodimonte, Bosco di Capodimonte, Complesso dei Girolamini, Museo della Ceramica Duca di Martina, Villa Pignatelli, Terme di via Terracina, Palazzo Zevallos Stigliano e Villa Floridiana.

Musei, gallerie, scavi archeologici, parchi e giardini monumentali saranno accessibili a costo zero. In Campania sono decine le opportunità per vivere una giornata all’insegna della cultura e della conoscenza delle proprie origini. Risultati soddisfacenti si sono registrati, ieri, domenica 6 ottobre, soprattutto a Pompei ed Ercolano, ma anche gli altri musei o aree culturali e storiche di Napoli, hanno registrato dei buoni numeri.

L’iniziativa sembra piacere, la prima domenica di ottobre, che ha dato il via allo splendido progetto culturale, ha ottenuto dei risultati molto soddisfacenti che si spera siano sempre migliori, in crescita, così come coloro che sceglieranno di trascorrere la propria domenica all’insegna della cultura.

Print Friendly

LASCIA UN COMMENTO