24.3 C
Napoli
venerdì, 27 Maggio 2022

Nanni Loy, dedicatagli scalinata della Federico II

Il Comune si è espresso, la scalinata d'ingresso della sede storica dell'università partenopea Federico II, sita sul corso Umberto I, sarà dedicata a Nanni Loy.

Da non perdere

Emanuele Marino
Giornalista pubblicista, nonché studente universitario iscritto alla facoltà di Lettere Moderne presso l'Università degli studi di Napoli Federico II

Dopo la proposta del quotidiano “Repubblica” inerente alla dedica al grande artista Nanni Loy di un luogo della città, lanciata da Dario Scalabrini, rirpresa dal figlio del regista Tommaso Loy e appoggiata da numerosi artisti, tra i quali Lina Sastri, Leo Gullotta, Antonio Casagrande, il comune ha lanciato la propria proposta. La scelta è ricaduta sulla scalinata della sede storica dell’università partenopea Federico II.

Ora spetta all’università il verdetto finale.

La scelta del comune è giustificata dal fatto che Loy ambientò una scena del suo capolavoro “Le Quattro Giornate di Napoli” proprio lì.

L’aneddoto storico citato vede la prorpia veridicità certificata grazie a un video originale dell’epoca.

A motivare la scelta del comune, è stato l’assessore alla Cultura, Daniele il quale ha affermato che “Proprio alla luce di questa sequenza inedita il confronto con la scena girata da Loy, basata solo sui racconti e sulle testimonianze che ascoltò dai testimoni, dimostra la sua fedeltà ai fatti e la sua grande poetica dietro la macchina da presa. La Commissione toponomastica era indecisa tra la scalinata dell’università e il Parco dei Quartieri Spagnoli: ma, siamo sicuri, abbiamo optato per il luogo ideale, più rappresentativo e simbolico”.

La proposta del comune raccoglie anche l’approvazione di Tommaso Loy, che aveva proposto di intitolare a suo padre Nanni “un posto affollato, in cui si incontrano le persone, che lui amava tanto raccontare”.

“Speriamo in un ok definitivo dal rettore della Federico II, Gaetano Manfredi: quando gli abbiamo proposto l’idea delle “Scale Nanni Loy“, era entusiasta di prendere in considerazione la cosa. Aspettiamo l’esito delle verifiche interne ma siamo più che speranzosi: se tutto va in porto, sarà un piacere invitare alla cerimonia Tommaso Loy e dedicare ulteriori iniziative a Nanni, durante gli appuntamenti culturali che abbiamo in programma nel ricordo delle Quattro Giornate” così conclude l’assessore. 

L’obiettivo, come confermato anche dal sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, è quello di dare l’annuncio definitivo entro il 27 settembre, data in cui ricade l’anniversario delle Quattro Giornate.

 

image_pdfimage_print

Ultimi articoli