10.7 C
Napoli
martedì, 31 Gennaio 2023

Musei Vaticani 2.0 – Salvare l’arte nell’era delle App

Da non perdere

Davide Franciosahttps://www.21secolo.news
27 anni, poliedrico, sensibile, napoletanissimo. E' Compositore video-grafico e operatore di comunicazione sociale. Malato di "teatrite acuta", appassionato di cinema, musica, lettura e scrittura creativa, ha l'Africa nel cuore. Sogna di diventare editore e un teatro tutto suo.

Un’App per finanziare i lavori di restauro. E’ questa l’iniziativa lanciata dai Musei Vaticani, dove ora è possibile diventare “patroni” in minima parte delle opere d’arte, contribuendo così alla manutenzione e al loro restauro. La nuova frontiera (e la generosità dei contribuenti) permetterà la piena salvaguardia dei tesori contenuti nei musei, permettendo anche d’essere pronti a futuri interventi e ai nuovi progressi. Ma non tutti sembrano essere d’accordo.

cappella sistina_21secoloPETRUM – É questa la campagna di crowdfounding che mira a raccogliere fondi per una serie di prossimi interventi di restaurazione. I lavori andranno avanti tramite un’app scaricabile gratuitamente dal web che permetterà, oltre la possibilità di fare donazione ai Musei Vaticani, anche di restare costantemente aggiornati sui restauri. Juliana Biondo, responsabile delle iniziative digitali dell’ufficio dei Musei Vaticani, ha annunciato che l’app metterà insieme “la tecnologia della chat istantanea, la raccolta fondi e la costruzione di una comunità online”. Una volta scaricata l’app, si potrà accedere ad un servizio di messaggistica gestito dai curatori e responsabili, oltre ad un notiziario che 3 volte a settimana informerà gli utenti sullo stato di avanzamento dei progetti di conservazione. L’app permetterà, infine, di sfogliare le collezioni vaticane e di ammirare comodamente dal proprio smartphone o tablet i capolavori di Michelangelo, Raffaello e Botticelli. Tra gli interventi di restauro più importanti, c’è quello della ricucitura di un arazzo francese del XVIII secolo e la conservazione di alcuni rotoli cinesi datatati fra XIII e XIV secolo. Sarà chiamato SILVER PATRON chi contribuirà ad un piccolo ripristino, GOLD PATRON chi individualmente sovvenzionerà totalmente un singolo restauro. Il meccanismo di crowdfunding, chiaro e semplice, in quest’era digitale permetterà a chiunque di poter contribuire al mantenimento di uno dei tesori più amati, preziosi e affascinati del mondo.

Musei VaticaniCRITICHE E PARERI CONTRARI – Jonathan Jones, critico d’arte e giornalista del “The Guardian”, punta il dito sulla scelta auto-promozionale dei Musei Vaticani, definendoli soltanto atti pomposi che riempiono le strutture di ponteggi e zone non accessibili ai visitatori. Jones, sulle pagine del quotidiano britannico, esprime tutto il suo parere negativo criticando il progetto mirato a dar spazio ai paperoni interessati alle opere d’arte e mettendo in pericolo i pezzi pregiati durante le lavorazioni. Jones ricorda anche i casi dei restauri della Cappella Sistina e dell’Ultima Cena, capolavori, secondo il critico, alterati e segnati per sempre: “Mi dispiace, ma il restauro è una pericolosa ossessione che ha bisogno di essere ridimensionata. La maggior parte dei progetti di restauro sono atti di pomposa autopromozione, che coprono i musei di ponteggi e chiudono le gallerie per nessun buon fine. Non date soldi al Vaticano per rovinare il suo patrimonio. La polvere è bella”. Affermazioni forti e certamente discutibili.

D’altra parte, vista la crisi che affligge il Belpaese, le grandi riforme nei poli museali e la costante tutela dei nostri beni culturali, sono molte le risorse tagliate ma altrettante necessarie per mantenere vive e al sicuro le preziose opere che rendono l’Italia e la Città del Vaticano mete uniche al mondo. Il rischio, ovviamente, è quello di sconfinare nella speculazione per la loro salvaguardia, ed è quello che opere d’arte come quelle contenute nei Musei Vaticani, per la loro straordinaria importanza identitaria e l’incalcolabile valore, non possono certamente permettersi di subire.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli