Movida a Napoli: il sindaco firmerà la nuova ordinanza

movida-napoli_21secolo_matteoluigicuomo
movida-napoli

La movida e Napoli sono state spesso in passato un binomio non garante di sicurezza e serenità per i frequentatori dei locali notturni e per i proprietari degli stessi, motivo per cui domattina, venerdì 8 giugno, il sindaco firmerà la nuova ordinanza per regolamentare il divertimento e lo svago “by night”.

Nella giornata di ieri Luigi De Magistris, al suo secondo mandato da sindaco di Napoli, si è riunito in Prefettura insieme con il Comitato per l’Ordine e la Sicurezza proprio per discutere in materia di normative e legislazione inerente alla gestione della movida in città.

La bozza finale di ordinanza sulla movida napoletana è stata redatta con la compartecipazione dell’assessore Alessandra Clemente e prevede non solo la limitazione della fascia oraria d’apertura di alcuni locali nelle zone in cui si concentra la movida stessa ma anche e soprattutto pesanti sanzioni amministrative qualora chicchessia vìoli norme di condotta che potrebbero comportare una reazione da parte delle Forze dell’Ordine che va dall’arresto e fermo dell’avventore in stato di ubriachezza molesta, alla chiusura dell’esercizio commerciale in via temporanea o permanente.

Nello specifico la nuova ordinanza prevede che i gestori dei locali si occupino della cura e della pulizia del suolo pubblico antistante al proprio esercizio, intervento necessario in quanto in quelle aree si concentra la moltitudine di giovani che consuma alcool e altri prodotti provenienti dai punti rivendita. In caso di inadempienza, i proprietari saranno costretti a pagare una prima sanzione pecuniaria con un importo pari ad euro 500 a cui si addizionerà la suddetta cessazione dell’attività che essa sia temporanea o per un periodo di tempo indefinito. Inoltre sarà a cura del gestore stabilire gli orari di chiusura dell’esercizio: fino alle ore 2 da domenica a giovedì e fino alle 3 nel fine settimana.

A carico dei protagonisti della movida partenopea, ossia le comitive e i giovani che ne fanno parte, scatta il divieto di acquisto di alcolici nei supermercati e grandi magazzini che hanno la possibilità di venderli, pena gravissime punizioni nei confronti degli acquirenti e dei rivenditori , tutti i giorni ma solo fino allo scoccare della mezzanotte.

Alla redazione del testo hanno collaborato anche l’assessorato della polizia municipale e il Capo Gabinetto. E’ proprio alle Forze dell’Ordine che il Primo Cittadino chiede un grosso sforzo, in particolar modo nelle zone in cui in passato sono stati registrati gravi episodi di vandalismo e violenza rispettivamente a cose e persone: gli agenti si disporranno in squadre e formeranno convogli che si dispiegheranno soprattutto nelle zone di S.Giovanni a Teduccio e il quartiere di Vasto.

In ultima analisi grande attenzione è stata posta congiuntamente all’inquinamento acustico e correlatamente al senso civico e il quieto vivere. Con la nuova ordinanza sulla regolazione della movida, infatti, sarà proibito l’utilizzo notturno di percussioni e altri strumenti musicali che potrebbero arrecare disturbo al sonno e al relax di coloro che abitano nelle zone limitrofe.

Print Friendly, PDF & Email

more recommended stories