lunedì 22 Luglio, 2024
26.8 C
Napoli

Articoli Recenti

spot_img

Morto Domenico Biscardi, cosa sappiamo veramente?

È morto Domenico Biscardi? Il noto farmacologo e genetista napoletano, paladino dei No-vax, sembrerebbe scomparso. È da ieri che i social sono in fermento per questa notizia che, per il momento, non è riportata da fonti verificate. I suoi sostenitori soffocano le community a lui dedicate e gridano al complotto: “è morto per far emergere la verità!“.

È morto Domenico Biscardi? Le Forze dell’Ordine non confermano il fatto

Sarebbe arrivata da amici e parenti la notizia della scomparsa di Domenico Biscardi, noto alle schiere antivacciniste per le sue ricerche sul siero Pfizer. Secondo quanto riportano le indiscrezioni, che potrebbero rivelarsi fake news, il genetista sarebbe stato trovato senza vita nella sua abitazione a Napoli. Le Forze dell’Ordine, in particolare Polizia e Carabinieri, fino ad ora non hanno affatto confermato il fatto. Quindi, per il momento, la verità su questo avvenimento resta un mistero. 

Domenico Biscardi non è un medico: carriera e biografia

Domenico Biscardi, contrariamente a quanto diffuso nell’opinione pubblica, non è un medico in quanto non registrato nei registri anagrafici FNOMCeO. Alcuni portali Novax riportano la sua laurea in farmacia ottenuta in tarda età. Non si hanno certezze riguardo i suoi titoli e non esistono ricerche a suo nome. La sua carriera è piuttosto travagliata: nel 2005 viene arrestato per riciclaggio e associazione a delinquere per la somministrazione di una presunta cura miracolosa per la cura dei tumori.

Una fake news?

Secondo fonti a lui vicine, il farmacologo sarebbe scomparso per via di un arresto cardiaco improvviso all’una e mezza.

L’uomo è diventato noto alle comunità antivacciniste per la sua narrazione non ufficiale della pandemia. Sostenitore convinto di teorie fantasiose e non supportate da evidenza scientifica, il noto paladino Novax, nei giorni scorsi, aveva affermato di aver trovato la prova della pericolosità del siero Pfizer. Circolano, nella community Novax, messaggi vocali in cui il presunto genetista afferma di aver isolato dal siero: “tutti gli apparati elettronici, nanochip e quantum dots“.

Notizie del genere devono essere affrontate con molta attenzione. Al di là di varie ed eventuali ipotesi di complotto, per temi importanti come la salute, è bene che ogni notizia sia verificata da chi ha le competenze per valutarne davvero i rischi. Per ora la sua morte resta non confermata da fonti ufficiali. Si attendono sviluppi nelle prossime ore.

 

 

 

 

Anna Borriello
Anna Borriello
Scrivo per confrontarmi col mondo senza ipocrisie e per riflettere sul rapporto irriducibile che ci lega ad esso.