3.9 C
Napoli
lunedì, 6 Febbraio 2023

Moda: Renato Balestra e le sue collezioni più belle,ripercorriamo la sua carriera

Da non perdere

Moda: Renato Balestra e le sue collezioni più belle,ripercorriamo la sua carriera.

98 anni di stile, 98 anni di bellezza e buon gusto. Questo è ciò che ha lasciato e ciò che è stato Renato Balestra per il mondo della moda.

fu tra i primi designer a credere nelle licenze, lanciando il profumo Balestra nel 1978 ed esplorando con successo, nel corso degli anni, varie categorie di prodotti: oltre alle fragranze anche trucco, valigie, occhiali e articoli per la casa.

Nel 1959 aprì il suo primo Atelier a Roma in via Gregoriana 36 e nel 1961 presentò la sua prima Collezione di Haute Couture Primavera-Estate alla Galleria Nazionale d’Arte Moderna.

È in questi anni che nacque il celeberrimo «Blu Balestra», su un abito corto in raso: un blu brillante, magico e senza tempo, un colore unico che ancora oggi è simbolo indiscutibile della sua maison.

«La cosa che mi gratifica di più è che ho scoperto di essere simpatico: uno come me, che a 11 anni leggeva Dostoevskij e suonava Beethoven al pianoforte… E poi mi sembrava di essere tanto brutto con questi labbroni», aveva raccontato vent’anni fa . Con Renato Balestra la moda perde il suo decano. Lo stilista è morto sabato sera, 26 novembre in una clinica romana, dopo un breve ricovero. A darne notizia sono state le figlie, Federica e Fabiana alle quali, insieme alla nipote Sofia, andrà la gestione del marchio e dell’atelier di piazza Barberini a Roma, con un comunicato: «Addolorate per questa terribile scomparsa, resta il ricordo di un uomo straordinario. Unico per la sua passione e curiosità che gli hanno permesso di essere protagonista dell’alta moda italiana nel modo».

Tanti i riconoscimenti ottenuti nella sua lunga carriera caratterizzata anche dalla passione per il teatro, che lo aveva portato a disegnare i costumi per diverse opere liriche. Tra le collaborazioni, il Teatro dell’Opera di Belgrado per La Cenerentola di Rossini, il Teatro Verdi di Trieste dove ha firmato i costumi per Il Cavaliere della Rosa di Strauss, fino a quelli del musical Cinderella prodotto dalla Broadway-Asia Entertainment con un tour mondiale che ha toccato le maggiori città asiatiche per arrivare in Usa. Nella primavera del 2011 è stato celebrato a Los Angeles nell’Istituto Italiano di Cultura con la mostra «Fashion is culture». E nel maggio 2019 è stata la volta della mostra antologica nella Certosa Museo di San Martino a Napoli.

«Con la scomparsa di Renato Balestra la nostra nazione perde un’eccellenza di stile, decano dell’alta moda e simbolo del genio italiano nel mondo». Giorgia Meloni ricorda così Renato Balestra.

I funerali si terranno domani, martedì 29 novembre alle ore 12 nella Chiesa di Santa Maria del Popolo a Roma.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli