Mobilità: la rivoluzione del Carpooling

Carpooling_21secolo_simonagiugliano-
Carpooling

Ottimizzazione delle risorse, risparmio economico, abbassamento del tasso d’inquinamento: tutto questo è il carpooling aziendale. Un sistema di condivisione di auto private tra colleghi per raggiungere il posto di lavoro.

Fenomeno in costante crescita che, in pochissimo tempo, è giunto a conquistare le aziende di trasporto pubblico.

L’EAV (Ente Autonomo Volturno) ha attivato questa tipologia di servizio nel 2018.

Il bilancio, nei primi sei mesi dell’anno, è stato di 1.047 viaggi effettuati in carpooling (circa 27.341 km), con una riduzione di 1.994 kg di CO₂.

A seguire l’esempio anche l’aeroporto di Napoli-Capodichino, impegnato in un processo di sensibilizzazione dei propri dipendenti verso i criteri di responsabilità sociale e mobilità sostenibile.

L’operatore di carpooling aziendale Jojob riferisce che il numero di persone che ha usufruito di tale pratica è aumentato rispetto al semestre del 2017, passando da 24.103 a 51.567. A queste si aggiungono le tratte casa-lavoro percorse a piedi o in bicicletta, certificate dalla funzione Bici e Piedi.

Il risparmio generato dalla condivisione dell’auto nei primi sei mesi del 2018 è stato di 290.876 euro, ovvero l’85% di quello ottenuto durante tutto il 2017 (339.383 euro), mentre la diminuzione dei livelli di CO₂ è risultata pari a 189 tonnellate, il doppio rispetto all’anno precedente.

Nel 70% dei casi i carpoolers dichiarano di non dividere le spese, ma di alternare l’uso della vettura su cui viaggiare, il 20% afferma di non badare ai costi e di condurre i passeggeri gratis, mentre il restante 10% confessa di spartirli con chi è a bordo.

Insomma, un vero e proprio vantaggio per l’ambiente, la salute e soprattutto, per le nostre tasche.

Print Friendly, PDF & Email

more recommended stories