Misure anti-assembramento non rispettate dai cittadini In alcune zone di Napoli, vengono ignorate le misure anti-assembramento

misure anti assembramento napoli

È essenziale, in questo periodo, che tutti i cittadini rispettino le norme per evitare assembramenti all’interno dei supermercati e delle botteghe che rivendono beni di prima necessità. Nonostante ciò, in molte zone d’Italia, alcuni cittadini continuano ad ignorare le misure anti – assembramento.

Queste situazioni, si stanno verificando anche a Napoli, in particolare la mattina. Se alcuni cittadini evitano di andare in giro, altri frequentano assiduamente luoghi come supermercati e salumerie. Questo rende impossibile tutelare la comunità.

Se ci sono stati giorni, in cui le strade erano completamente vuote, oggi alcuni quartieri sembravano molto affollati. La maggior parte dei cittadini indossa mascherine e guanti, allo stesso tempo, molti non rispettano la distanza di sicurezza, sia per strada che all’interno dei supermercati.

Le zone più colpite sono il Rione Sanità e il Borgo Sant’Antonio Abate. In questi quartieri, ci sono persone che fanno spesa nei mercatini rionali, ignorando le misure di sicurezza. Al contrario, alcune zone del suolo napoletano, come Fuorigrotta e Bagnoli, risultano deserte ed i controlli sono molto più frequenti, grazie all’utilizzo dei droni.

L’aumento dei controlli, non è stato quindi abbastanza per fermare i comportamenti irresponsabili. Infatti,  nelle ultime ore, il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, ha richiesto ulteriore aiuto per il corretto controllo delle strade. Questo comporta la predisposizione di ulteriore personale delle Forze di Polizia e delle Forze Armate. È stato richiesto, pertanto l’invio di 300 unità appartenenti alle Forze Armate. Al fine di tutelare i cittadini e richiamare gli irresponsabili, parecchie unità, appartenenti alla Protezione Civile, stanno prestando servizio per le strade, dando il loro contributo.

Print Friendly, PDF & Email

more recommended stories