24.4 C
Napoli
mercoledì, 6 Luglio 2022

Milano: 19enne uccide il padre e lo fa a pezzi, poi chiama i carabinieri

Da non perdere

Anna Borriello
Scrivo per confrontarmi col mondo senza ipocrisie e per riflettere sul rapporto irriducibile che ci lega ad esso.

Un ragazzo di 19 anni, in provincia di Milano, ha ucciso il padre e, dopo averlo fatto a pezzi, ha chiamato il 112. È successo stamattina a Sesto San Giovanni, in via Saint Denis, dove il 19enne ha telefonato al 112 intorno alle 9 dichiarando di aver ucciso il padre con cui viveva.

I carabinieri della locale Compagnia, giunti sul posto, hanno trovato il giovane all’interno dell’abitazione in stato di shock: in camera da letto, il cadavere di uomo, verosimilmente il padre, di 57 anni.

19enne uccide il padre e ne smembra il cadavere poi chiama i carabinieri: “Aveva qualche difficoltà”

E’ stato trovato a pezzi il cadavere del cinquantasettenne che sarebbe stato ucciso dal figlio di 19 anni. Il corpo dell’uomo, sezionato, è stato trovato nella camera da letto dell’appartamento in cui i due abitavano da soli.

Dai primi accertamenti dei carabinieri della compagnia di Sesto San Giovanni e del nucleo investigativo di Milano risulta che il diciannovenne soffrisse di problemi psichici e fosse in cura almeno fino a marzo in un Cps.

Ha sorpreso il padre in camera da letto, forse nel sonno, e lo ha colpito più volte, con un corpo contundente, presumibilmente un coltello. Queste le prime indiscrezioni trapelate sulla dinamica dell’omicidio dell’uomo di 57 anni, ucciso dal figlio all’alba di oggi.

E’ stato descritto come “un ragazzo con qualche difficoltà” dai vicini di casa, il 19 enne che dopo l’omicidio ha telefonato al 112. Nel palazzo tutti sono sconvolti dall’accaduto, pochi hanno voglia di parlare. “Che disgrazia, che cosa ha fatto“, ha detto una donna, “ci sono delle voci sulle sue difficoltà, ma io non voglio fare pettegolezzi“, ha spiegato. “Gli ha tagliato la testa“, ha dichiarato un’altra delle vicine di casa.

Sul posto ci sono i Carabinieri della SIS del Nucleo Investigativo di Milano, che stanno effettuando i rilievi in attesa dell’arrivo del medico legale.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli