10.3 C
Napoli
martedì, 29 Novembre 2022

Migranti,Diciotti sbarca con il pressing di Mattarella

La nave “diciotti” si è da poco avvicinata alle coste italiane, nei pressi del porto di Trapani.

Da non perdere

Maria Saviano
Maria Saviano nasce ad Ottaviano, il 20 Marzo 1996. Consegue il diploma di maturità Classica, presso il liceo Armando Diaz di Ottaviano e attualmente studia, Lettere Moderne, presso il dipartimento di Lettere e Filosofia dell' Università Federico II di Napoli. Ama scrivere, leggere, ascoltare musica, fotografare. Appasionata di calcio, segue e ama la Società Sportiva Calcio Napoli.

La nave Diciotti” si è da poco avvicinata alle coste italiane, nei pressi del porto di Trapani.  I rifugiati, per il momento, non sono stati ancora “accettati” dal ministro dell’interno Matteo Salvini.

L’imbarcazione, con a bordo 67 migranti, salvati, appena quattro giorni fa, non ha avuto il permesso di sostare nel territorio italiano.
Dunque si è deciso che fino a quando le indagini non saranno chiare e non si saprà bene l’identità dei presunti scafisti, l’Italia e precisamente la persona di Matteo Salvini, sarà vietato accostarsi alle coste Italiane che eseguendo gli ordini dello stesso, stanno difatti incitando la popolazione ad avere paura del diverso e anche a scartare quelle che sono persone come tutti noi!

In tempi tristi come questi, c’è bisogno e ci sarà bisogno di una società che ritrovi la propria identità, fatta di accoglienza e di rispetto.

Non spetta a noi sindacare se ciò sia giusto oppure no, quello che ci piace sperare e che queste persone apparentemente indifese si salino presto.

A sbloccare la situazione ci ha pensato il capo dello Stato Sergio Mattarella dopo una lunga telefonata al Premier Giuseppe Conte. Dalla Lega e sopratutto da Salvini filtra stupore e fastidio per una decisione presa assolutamente senza il suo consenso e che delegittima la decisione presa dal Ministro degli Interni solo poche ore prima.

 

image_pdfimage_print

Ultimi articoli