Migliorano le condizioni di Noemi

Noemi risulta sveglia, cosciente e si alimenta da sola. Attualmente la piccola riesce a respirare spontaneamente. Tuttavia ha ancora necessità di un supporto di ossigeno.

migliorano-le-condizioni-di-noemi

Il 3 maggio 2019 c’è stato un agguato a Napoli, in piazza Nazionale, dove è rimasta ferita anche una bimba di soli quattro anni di nome Noemi, oltre al vero obiettivo del killer, ovvero Salvatore Nurcaro.

Nei giorni seguenti, il 10 maggio 2019 sono stati arrestati i due responsabili dell’agguato: i fratelli Armando e Antonio Del Re.

Subito dopo l’agguato le condizioni della piccola Noemi erano gravissime.

Con il passare dei giorni, le condizioni di salute della piccola sono diventate più incoraggianti, ma restava sempre in prognosi riservata.

La piccola Noemi ha aperto gli occhi il 10 maggio 2019.

Ha fatto visita alla bambina anche il cardinale di Napoli Crescenzo Sepe regalandole un peluche e una bambola.

Il cardinale al termine della visita ha descritto il miglioramento di Noemi come un miracolo e ha evidenziato che accompagnerà Noemi da Papa Francesco appena la bimba starà meglio.

Per quanto riguarda le condizioni di salute di Noemi, Massimo Cardone, primario del reparto di rianimazione pediatrica dell’ospedale Santono, ha spiegato che la piccola è stata sottoposta a varie broncoscopie in modo da liberarla da coaguli.

Oggi, venerdì 17 maggio 2019 è stato diramato un altro bollettino circa le condizioni di salute della bambina.

Noemi risulta sveglia, cosciente e si alimenta da sola. Attualmente la piccola riesce a respirare spontaneamente. Tuttavia ha ancora necessità di un supporto di ossigeno.

La bambina è ancora sottoposta ad esami diagnostici per tenere sotto controllo la condizione clinica.

Oggi il quadro clinico risulta essere stazionario e in miglioramento, ma la prognosi resta riservata.

Print Friendly

LASCIA UN COMMENTO