lunedì 22 Luglio, 2024
26.8 C
Napoli

Articoli Recenti

spot_img

Microsoft, la tecnologia per tutti

“Il digitale sta rivoluzionando il modo in cui viviamo e lavoriamo e impattando ogni aspetto dell’economia e della società, anche in Italia” ha affermato Satya Nadella, Ceo di Microsoft, parlando nell’aula magna dell’Università Bocconi, in occasione della sua prima visita a Milano tenutasi giovedì 30 maggio 2019.

Cinquantunenne di origini indiane, Nadella è al vertice della Microsoft, cresciuta sotto la sua guida.

L’azienda, solo nei primi tre mesi del 2019, ha registrato un rialzo degli utili netti del 19%, come una crescita del 14,6%, portando anche ad un aumento del valore delle azioni, tanto da portare il colosso della tecnologia a capitalizzare 1000 miliardi di dollari, soglia che solo Apple e Amazon erano riusciti a superare.

Satya Nadella ha puntato la sua attenzione sul cloud computing, sfruttando la piattaforma Azure, ponendosi in contrasto con Amazon, ma la sua strategia è stata vincente, le attività cloud producono un terzo del fatturato totale di Microsoft.

Il Ceo ha annunciato anche ulteriori progetti digitali, in collaborazione con le aziende italiane, Poste, Snam, Tim, “Non vogliamo che i soggetti con cui lavoriamo dipendano da noi ma che possano diventare indipendenti grazie a noi”.

“È essenziale accelerare l’adozione di Cloud e AI tra le aziende italiane di qualsiasi settore e dimensione, e promuovere la formazione dei talenti. Ho fiducia nel potenziale del nostro Paese” ha affermato Silvia Candiani, amministratore delegato di Microsoft Italia.

“Ci impegniamo affinché tutti, nessuno escluso, possano beneficiare delle opportunità della tecnologia. È questo il motivo per cui investiamo in programmi come Ambizione Italia, per offrire adeguate competenze digitali ai professionisti di oggi e alle generazioni future”, continua Nadella.

 

Emanuele Marino
Emanuele Marino
Giornalista pubblicista, nonché studente universitario iscritto alla facoltà di Lettere Moderne presso l'Università degli studi di Napoli Federico II