18.1 C
Napoli
mercoledì, 5 Ottobre 2022

Meteo: le previsioni del tempo di domani

Da non perdere

Anna Borriello
Scrivo per confrontarmi col mondo senza ipocrisie e per riflettere sul rapporto irriducibile che ci lega ad esso.

Meteo: le previsioni del tempo sull’Italia per domani, secondo il servizio meteorologico dell’Aeronautica militare.

Al Nord: su tutte le regioni diffusa instabilità con rovesci e temporali, con fenomeni più frequenti dal tardo mattino e nel pomeriggio su est Liguria, appennino emiliano, pianure settentrionali dell’Emilia-Romagna e su Lombardia, centro-nord Piemonte e regioni nord-orientali, in generale miglioramento serale salvo locali persistenze tra basso Piemonte e Liguria.

Centro e Sardegna: sulla Toscana isolati rovesci e temporali al mattino e nel pomeriggio, con locali persistenze serali sul settore nord; nuvolosità variabile con locali piovaschi o brevi rovesci al mattino e che nel pomeriggio rimarranno più probabili su Umbria, Appennino marchigiano e rilievi sardi.

Al Sud residui e locali rovesci o temporali fino la tarda mattina su Puglia centro-meridionale, nord Sicilia e Calabria e in rapido miglioramento con schiarite sempre più ampie; -sereno o poco nuvoloso sul resto del Sud con modesti annuvolamenti su Basilicata e rilievi Campani durante le ore centrali. Temperature minime in generale aumento nel sud della Sicilia, in lieve calo su Puglia meridionale, Campania, Basilicata, Calabria e nord Sicilia; massime in lieve calo su nord Sicilia e settori nord della Puglia, in aumento anche marcato in Campania, Molise, sud-ovest Sicilia. Venti deboli settentrionali, con rinforzi su Puglia e Aree Joniche. Mossi lo Jonio, l’Adriatico e il settore est del Tirreno, con moto ondoso in diminuzione su quest’ultimo, poco mossi o localmente i restanti mari.

Temperature: minime in lieve calo su Valle d’Aosta e sud Sicilia, stazionarie sulla Liguria e in aumento anche marcato sul resto d’Italia; massime stazionarie sui settori ovest di Piemonte e Sardegna e su Valle d’Aosta e coste emiliano-romagnole, in calo sul resto del nord su Toscana, Umbria, Appennino marchigiano, alto Lazio e sud-ovest Sicilia, in aumento anche marcato su est Sardegna, nord Sicilia e restante centro-sud.

Venti: deboli meridionali al Centro-nord e sulla Sardegna con rinforzi sull’isola; deboli variabili o settentrionali al sud e Sicilia, in rotazione dai quadranti meridionali e con locali rinforzi su ovest Sicilia.

Mari: mossi basso Adriatico, Ionio, Tirreno centro-occidentale, mare e canale di Sardegna; localmente mosso tendente a mediamente mosso lo stretto di Sicilia; poco mossi o localmente mossi i restanti mari.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli