Mein Kampf in regalo con Il Giornale

Mein Kampf - IL Giornale

12 Giugno 1942. Anna Frank, il giorno del suo compleanno, riceve in dono un diario e vi scrive:

subito dopo le sette andai da papà e mamma e poi nel salotto per spacchettare i miei regalucci. Il primo che mi apparve fosti tu, forse uno dei più belli fra i miei doni.

Questo diario diventerà un libro conosciuto in tutto il mondo, il racconto dell’atroce genocidio raccontato da una giovane donna di tredici anni.
L’11 giugno scorso, Il Giornale ha regalato ai suoi lettori il Mein Kampf, l’autobiografia di Adolf Hitler.
La notizia ha fatto subito scalpore, facendo in poco tempo il giro del mondo, arrivando presto anche in America.
Alessandro Sallusti, direttore del quotidiano, disdegna le critiche che lo accusano di aver attuato una strategia elettorale rivolta all’elettorato di estrema destra per i ballottaggi dei sindaci previsti domenica 19 nelle maggiori città italiane e afferma che la sua proposta, in realtà, non è che un monito e serve a “capire dove si annida il male per non ripetere un errore fatale”.
La comunità ebraica non sembra aver preso bene la notizia e, infatti, definisce la mossa del Giornale “un’operazione indecente”.
È chiaro che ciò che è successo abbia suscitato polemiche, critiche e opinioni contrastanti. C’è chi condanna questa scelta e chi la giustifica.
Probabilmente un polverone del genere poteva essere evitato. Come? Se, per esempio,  anziché regalare il Mein Kampf, Il Giornale avesse proposto il Diario di Anna Frank, probabilmente, “l’operazione monito” sarebbe andata in porto più facilmente.

Print Friendly

LASCIA UN COMMENTO