Cinema e letteratura alla Mediateca di Santa Sofia

La settima arte arriva allo storico centro di Napoli  nella centralissima Via San Giovanni a Carbonara, con la kermesse “Felici Incontri. Cinema e Letteratura tra gli anni 60’e 70′ in Italia e in Europa”, organizzata dalla Mediateca Santa Sofia.

Fino al 21 aprile la rassegna cinematografica gratuita propone un ciclo entusiasmante di pellicole che sposandosi con l’arte più vicina al retroterra cinematografico, la letteratura, e la realtà più tangibile, la storia, innesteranno un dialogo del tutto originale attraverso le immagini sul grande schermo.

Scandito dai nomi dei titani de cinema italiano ed europeo viene a delinearsi un percorso dal forte colorito, allo scopo di far riflettere lo spettatore sul ruolo e sull’impatto anche emotivo che ha queste pellicole hanno avuto nel farsi del cinema contemporaneo, quanto nel ritrarre i processi di cambiamento della nostra penisola e dell’Europa, avvicinataci dalla macchina da presa.

Un cartellone da non perdere per riscoprire le radici della settima arte italiana, in una fase di transizione dello stesso linguaggio intertestuale tra fiction e realtà, in cui i cambiamenti sociali, culturali e linguistici che hanno investito il nostro paese grazie al colpo d’occhio di alcune personalità sono entrate nell’arte, uniti dal denominatore comune della scrittura.

Prossimo incontro previsto per martedì 11 febbraio con “Chi Legge? Viaggio lungo il Tirreno” del 1960, in cui l’accoppiata vincente è composta dal regista Cesare Zavattini e lo scrittore Mario Soldati.

L’iniziativa ha preso il via grazie all’immenso patrimonio audiovisivo conservato nello stabile da parte del Comune di Napoli che ha reso questo luogo un mero cenacolo d’incontro per gli amanti della cultura, non esclusivamente cinefili. Infatti, la struttura è accessibile a titolo gratuito, dispone anche di un vasto patrimonio librario correlato alla settima arte, oltre di una fonoteca, che, nel corso degli anni l’ha resa una mecca per gli amanti del genere

 

Print Friendly, PDF & Email

Laureato in lettere moderne presso l'Università degli studi di Napoli Federico II, parlante spagnolo e cultore di storia e arte. "Il giornalismo è il nostro oggi."

more recommended stories

Pin It on Pinterest