Mattarella a Napoli per la Giornata delle Forze Armate

Atteso a Napoli il Presidente Mattarella: oltre 500 i militari impegnati, 5 battaglioni, uno per ogni forza armata (Esercito, Marina, Aeronautica, Carabinieri e Guardia di Finanza), che sfileranno lungo via Caracciolo, in occasione della Giornata dell’Unità Nazionale e delle Forze Armate.

La cerimonia per il 101esimo anniversario della vittoria nella Prima Guerra Mondiale avrà inizio alle 9,45 con l’alzabandiera solenne in Piazza del Plebiscito per spostarsi poi alle 11,45  su via Caracciolo. Parteciperanno alla parata anche i gonfaloni delle amministrazioni locali, le associazioni combattentistiche e d’arma, i decorati di medaglia d’oro al valore militare, i richiamati nel ruolo d’onore ed infine gli atleti del Gruppo Sportivo Paralimpico della Difesa. A conclusione, lo spettacolo offerto dalle Frecce tricolori che sorvoleranno il Golfo, ed il lancio di un team interforze di paracadutisti con le bandiere delle Forze Armate e della Guardia di Finanza, i quali toccheranno terra trasportando dal cielo un tricolore di 400 metri quadrati.

La data del 4 novembre fu scelta perché giornata in cui entrò in vigore l’armistizio di Villa Giusti del 1918 che concludeva la Prima Guerra Mondiale per l’Italia, la vittoria sull’Impero d’Austria-Ungheria e, soprattutto, il ritorno all’Italia di Trieste e Trento (oltre all’Istria e alla Dalmazia, poi perse dopo la Seconda Guerra Mondiale). Durante il fascismo, però, divenne l’Anniversario della Vittoria, per poi tornare al suo nome originario dal 1949. Nel 1977 fu stabilito di spostare la celebrazione alla prima domenica di novembre.

L’importante appuntamento, per il quale l’unica grande incognita restano le condizioni metereologiche, si pregerà della presenza del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

La Giornata dell’Unità Nazionale e delle Forze Armate rappresenta un momento di coesione e di unità e identità nazionale, oltre che l’appuntamento annuale dei militari italiani con i propri concittadini. Le Forze Armate operano in Italia per contribuire alla sicurezza come nel caso dell’Operazione Strade Sicure, proprio qui a Napoli, e – nelle acque del mediterraneo – dell’operazione Mare Sicuro.

Con oltre 5000 militari in missione all’estero (dalla Libia al Sahel e al Corno d’Africa, in Afghanistan, Iraq e Libano, dai Paesi Baltici ai Balcani, dal Mare Mediterraneo all’Oceano Indiano fino ai cieli d’Islanda), l’Italia ricopre un ruolo chiave contribuisce alle attuali missioni di stabilizzazione, in contesti interforze e multinazionali.

Print Friendly, PDF & Email

more recommended stories