4shared
22.6 C
Napoli
lunedì, 14 Giugno 2021

Master di Dietetica per la salute all’università Vanvitelli

A partire da domani, 8 giugno, si terrà il Master di Dietetica del professore Marcellino Monda, all'università Luigi Vanvitelli. La Campania è tra le prime regioni per obesità presente nella popolazione

Da non perdere

È fissato per domani, martedì 8 giugno, la settima edizione del Master in “Dietetica Applicata allo stile di vita, che si terrà presso l’università degli studi della Campania Luigi Vanvitelli.

Il master ha la durata di un anno e prevede l’alternanza di lezioni teoriche a quelle pratiche, l’esame finale poi consisterà in una discussione di una tesi riguardo i vari aspetti della nutrizione in relazione allo stile di vita.

L’istituzione di questo Master è nata dall’esigenza di dare una risposta concreta al fenomeno dilagante dell’obesità, che non risparmia purtroppo la Campania. Creare figure professionali con competenze multidisciplinari, dalla Nutrizione Clinica alla Dietetica dello sport, significa intercettare le esigenze del territorio e mettere in atto, da parte dell’Università, la “terza missione”, cioè l’apertura al mondo che ci circonda.

In altre parole, non solo didattica e ricerca, le prime due missioni, ma anche stretta interazione con la società per contribuire efficacemente alla soluzione dei problemi“- ha  affermato il direttore del master, il professore Marcellino Monda.

Il successo di questo master è attestato dalla grande soddisfazione di coloro che hanno partecipato alle sei edizioni precedenti. Tutto ciò alimenta la speranza che il master possa essere un valido strumento per la promozione di stili di vita salutari”.

La Campania prima tra le regioni per obesità 

In base agli ultimi dati, rilevati nell’ultimo anno, l’Italia è tra i paesi europei con i valori più elevati di eccesso ponderale della popolazione in sovrappeso, in particolare la Campania registra un tasso di obesità pari al 40% solo nei bambini, portando dunque la regione al primo posto nella classifica.

Secondo l’indagine dell‘ISS (Istituto superiore della Sanità) che ha coinvolto circa 50mila bambini, è stato riportato che la maggior parte di loro ha delle abitudini alimentari sbagliatissime.

Quasi un bambino su due non fa una colazione adeguata al mattino, uno su 4 beve quotidianamente bevande zuccherate/gassate e consuma frutta e verdura meno di una volta al giorno; i legumi vengono consumati meno di una volta a settimana dal 38% dei bambini, quasi la metà dei bambini mangia snack dolci più di 3 giorni a settimana. 

Per non parlare dell‘attività fisica: un bambino su 5 non ha mai fatto attività fisica, più del 70% non si reca a scuola a piedi o in bicicletta, quasi la metà degli intervistati passa più di 2 ore al giorno davanti alla tv, al tablet o al cellulare. 

La Campania detiene al momento la “maglia nera” nella geografia italiana dell’obesità. 

image_pdfimage_print

Ultimi articoli