22.6 C
Napoli
venerdì, 30 Settembre 2022

Marotta-Inter: arriva la fumata bianca

Tutto fatto per l'ingaggio dell'ex amministratore delegato della Juventus

Da non perdere

Da “nemico” ad amico. È così che potremmo sintetizzare la storia di Beppe Marotta, Inter e Juventus.

Nelle scorse ore si è tenuto un incontro a Nanchino tra Marotta e Zhang Jindong, il quale si è rivelato molto proficuo ed ha permesso di raggiungere l’accordo tra le parti: contratto triennale da 1,5 milioni annui più ricchi bonus. L’obiettivo è quello di portare l’Inter al top sia in Italia che in Europa.

Impresa difficile ma non impossibile per il sessantunenne originario di Varese, alla ricerca di nuovi stimoli e nuove sfide. Considerando che l’Inter dalla prossima estate dovrebbe avere più libertà di spesa sul calciomercato, il lavoro di Marotta potrebbe rivelarsi decisivo nel costruire una squadra competitiva.

Il suo ruolo sarà quello dell’amministratore delegato con delega all’area sportiva. Per cui insieme all’altro amministratore delegato, Antonello, e al direttore sportivo, Piero Ausilio, metterà in campo tutte le sue risorse per riportare la società di Suning nell’elitè del calcio.

La firma e l’annuncio ci saranno orientativamente verso la metà di dicembre, anche per evitare che il debutto coincida con la trasferta dell’Inter Allianz Stadium di Torino.

I tifosi dell’Inter hanno mostrato reazioni piuttosto diverse nel momento in cui hanno appreso del nuovo acquisto: c’è chi ha accolto con entusiasmo la notizia, facendo prevalere il fatto che si tratta di uno dei dirigenti più abili ed esperti sul panorama mondiale. D’altro canto c’è chi ha reagito di pancia e, memore del suo passato bianconero, non ha digerito molto la scelta della società.

Dunque il nuovo amministratore delegato dell’Inter avrà anche l’arduo compito di conquistare quella fetta di pubblico che ha manifestato dissenso. Impresa non semplice anche questa, ma con le sue competenze ed abilità ha tutte le carte in regola per costruire una grande Inter e far ricredere coloro che adesso non sono entusiasti della scelta.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli