31.2 C
Napoli
martedì, 9 Agosto 2022

Marito aggredisce moglie, il collega di lavoro interviene e resta ucciso

Da non perdere

Inizialmente era intervenuto per separare la coppia, ma la situazione è sfociata in una tragedia. L’assassino è in stato di fermo.

Doveva essere una buona azione e si è trasformata in una vera e propria tragedia. Ieri, nella tarda serata, è avvenuto un tragico episodio a Gaione, nella provincia di Parma.

Un uomo di 35 anni moldavo è stato ucciso durante una colluttazione, accoltellato da quello che doveva essere un amico. Tutto è accaduto nel parcheggio di un centro commerciale, l’uomo era intervenuto per sedare gli animi ed evitare che la situazione degenerasse, in una lite tra marito e moglie. Questi era un suo collega, aveva provato ad aggredire la moglie ed il 35enne è intervenuto in sua difesa. Una coltellata gli è stata fatale e l’uomo, tra l’altro collega di lavoro dell’assassino, non ce l’ha fatta.

Arrestato in queste ore il marito

L’episodio è avvenuto alla presenza di diversi testimoni che subito hanno confermato l’accaduto. Dopo l’iniziale fuga l’uomo è stato catturato dalle forze dell’ordine, portato in caserma, in collaborazione con la squadra mobile, che procede, e col coordinamento della Procura. Ovviamente l’uomo è ora in stato di fermo. I colleghi dell’Ansa hanno riportato la notizia.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli