18.1 C
Napoli
mercoledì, 5 Ottobre 2022

Maria De Filippi su Maurizio Costanzo: “Vorrebbe morire stringendo la mia mano”

Da non perdere

Anna Borriello
Scrivo per confrontarmi col mondo senza ipocrisie e per riflettere sul rapporto irriducibile che ci lega ad esso.

Maria De Filippi si racconta in un’intervista al settimanale Oggi. In particolare, racconta il suo modo di affrontare il lutto e l’amore che la lega a Maurizio Costanzo.

Ha spiegato: “Maurizio ha detto più volte che vorrebbe morire stringendo la mia mano, ma non so se ne sarò capace, se avrò la forza e il coraggio di tendergli la mia mano quel giorno lì. Troppo dolore. Non voglio che mi resti come ultimo ricordo l’intreccio di quelle dita”.

Un amore che lega i due da ormai 25 anni di matrimonio, che festeggeranno proprio quest’anno, il 28 agosto. Maria racconta anche il difficile lutto che ha affrontato, confessando di non aver mai superato davvero la morte del padre.

Maria De Filippi si confessa: “Sono selvatica, istintiva e vera”

Ho corazze che però non mi hanno mai davvero resa immune agli ‘ostacoli’ e alle paure vere che la vita inevitabilmente e con ferocia sbatte in faccia a ciascuno di noi – dice-. In primis per me la paura della morte. Il lutto di mio padre non l’ho mai superato: ci ho messo solo un tappo. Così come ho chiuso a chiave e a più mandate un armadio a casa mia con tutte le cose più care di mia madre quando ci ha lasciati.

Tappo e chiudo a chiave il dolore per andare avanti.
È il mio modo per affrontare il futuro. L’unico che conosco“.

Infine, Maria confessa alcuni dettagli riguardo la sua personalità: “Sogno di prendere la vita con più leggerezza… Fantastico di essere libera da ciò che io stessa ho costruito”. Vorrebbe “rifuggire ciò che potrebbe esercitare un qualsivoglia controllo sulla mia libertà”, dall’alcol “alla dipendenza dalle serie tv. Ne ero bulimica“.

Conclude ammettendo nell’intervista al settimanale: “Sono selvatica, istintiva e vera. Proprio come gli animali“.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli