4shared
22.6 C
Napoli
lunedì, 14 Giugno 2021

Marcelo Burlon: lo stilista che unisce moda e sport

Nel 2012 fonda il marchio denominato "Marcelo Burlon County of Milan" insieme ai soci Davide De Giglio e Claudio Antonioli

Da non perdere

Marcelo Burlon è un noto stilista, innamorato della città di Napoli. A tal proposito, si evidenzia la collaborazione tra lo stilista Burlon e la Kappa per la creazione delle nuove magliette della squadra di calcio SSC Napoli.

La presentazione della maglia del Napoli targata dallo stilista c’è stata durante la partita del 18 aprile contro l’Inter allo stadio “Diego Armando Maradona”.

Si ricorda che non è la prima volta che moda e sport fanno una collaborazione. Infatti, Giorgio Armani ha disegnato l’uniforme per le Olimpiadi oppure Ralph Lauren che vestirà la squadra Usa durante i giochi di Tokyo.

Dunque, chi è Marcelo Burlon? Egli è nato in Patagonia, da padre italiano e madre libanese. Burlon, insieme alla famiglia, si trasferisce in Italia, in particolare nelle Marche nel 1990.

Lo stilista sin da piccolo si è dato da fare, tanto da svolgere anche la mansione di operaio e l’animatore turistico. Poi, studia alla MAS, Music, Arts and Shows, situata a Milano. Così, lo stilista inizia a lavorare da Dolce Gabbana e Alessandro Dell’Acqua.

Nel 2012, fonda il marchio denominato Marcelo Burlon County of Milan insieme ai soci Davide De Giglio e Claudio Antonioli. A tal proposito, si specifica che il marchio è un omaggio alla città di Milano che gli ha dato tanto negli anni.

Quali sono le caratteristiche della moda prodotta da Burlon? In particolare, esso è uno stile aggressivo di tipo animalier con stampe di uccelli, lupi, serpenti ed altri animali. In poco tempo, lo stilista ha guadagnato tanto successo fino ad arrivare alle grandi sfilate.

Inoltre, il legame tra lo stilista e Napoli si evince anche dal fatto che Burlon è un grande tifoso di Maradona.

A Napoli, lo stilista è davvero molto apprezzato tanto che i mastri  della bottega Ferrigno di San Gregorio Armeno gli hanno dedicato una statuetta nel 2016.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli