4shared
20.2 C
Napoli
sabato, 8 Maggio 2021

Marano, morta 15enne investita da auto

Da non perdere

Antonio Luca Russohttps://www.21secolo.news
Studente di Giurisprudenza presso l’Università “Federico II” di Napoli, fin da piccolo appassionato di attualità, scienze, polita ed esteri. Tra un manuale di diritto e l’altro, adora espandere i propri orizzonti con viaggi e letture. Crede fermamente nei princìpi espressi nella nostra Costituzione e nel ruolo fondamentale della Giustizia nella nostra società.

Omicidio colposo. E’ questa l’ipotesi di reato a carico di Fabio Molaro, il 19enne di Calvizzano che ieri sera, mentre era alla guida della sua Renault Clio, con un una brusca manovra in Via Arafat a Marano ha tranciato di netto la vita di Giulia Menna, una studentessa di 15 anni. Giulia si trovava fuori a un chiosco ambulante insieme ad altri due amici di 16 e 20 anni, quando all’improvviso un’auto è piombata sul gruppetto di ragazzi. La ragazzina ha perso la vita poche ore dopo all’ospedale San Giuliano di Giugliano in Campania a causa delle gravi lesioni riportare nell’impatto. Feriti in maniera non grave anche gli altri due giovani che si trovavano con lei, uno dei quali ha riportato una frattura al perone, con prognosi di 30 giorni. Un familiare dell’amico di Giulia, dopo aver appreso la notizia, è stato colto da infarto ed è finito anche lui in ospedale. La salma di Giulia è stata poi trasferita nel secondo Policlinico di Napoli.

I carabinieri, guidati dal capitano Francesco Piroddi, in base alle prime ricostruzioni hanno accertato che ieri sera i 3 giovani erano seduti intorno a un tavolino accanto a un chiosco ambulante di panini, quando una Renault Clio li ha travolti. Secondo le testimonianze di chi ha assistito all’incidente, l’auto stava compiendo alcune manovre anomale, quando a un tratto si è scagliata contro i tre giovani. A guidare l’automobile in questione c’era Fabio Molaro, un 19enne neopatentato che ora è sotto choc. Gli inquirenti stanno ancora accertando se la tragedia sia stata causata da una bravata del giovane, dalla sua inesperienza o dall’alta velocità. Come da prassi, il 19enne è stato sottoposto all’alcol test e al test antidroga, il primo dei quali è risultato negativo, mentre per i risultati del secondo bisognerà attendere ancora qualche giorno. Dai controlli è emerso che la vettura aveva i documenti in regola, tuttavia quest’ultima è stata ugualmente sequestrata dai carabinieri per ulteriori accertamenti. Stando alle dichiarazioni rese degli amici dei ragazzi coinvolti nell’incidente, Fabio Molaro, che viaggiava in compagnia di un amico di 21 anni, farebbe parte della stessa comitiva della ragazza morta. Addirittura sembrerebbe essere stato proprio lui ad accompagnare la giovane Giulia in piazza prima della tragedia che da lì a poco avrebbe provocato.

Via Arafat, Marano
Via Arafat, Marano

“Quello che è successo ieri sera è una tragica fatalità che aggiunge dolore al dolore. Sembra che la sfortuna si stia accanendo contro la nostra città. Siamo ancora sotto choc per la tragica scomparsa di Salvatore Giordano ed ora ci piomba addosso anche quest’altro dramma”. Queste le parole che il sindaco di Marano, Angelo Liccardo, ha oggi rivolto alla cittadinanza e in particolare ai genitori della vittima.

La città di Marano dunque sprofonda di nuovo nel dolore, a pochi giorni di distanza dalla morte di Salvatore Giordano, il 14enne morto dopo essere stato colpito dai calcinacci precipitati della galleria Umberto I di Napoli.

image_pdfimage_print
Articolo precedenteGalleria Umberto ‘ingabbiata’
Prossimo articoloDomenica a Napoli

Ultimi articoli