MANN: riemersa una composizione di mosaici

Riemersa al MANN (Museo Archeologico Nazionale di Napoli), dopo quarant’anni, una composizione di mosaici di epoca romana.

Dopo essere stata celata per anni sotto il legno e la moquette, è stata riportata alla luce dai lavori che si stanno svolgendo per restituire al pubblico la sezione Magna Grecia.

Il “Mann at work” (chiamato così dai dipendenti perché in continuo divenire), ritrova così, grazie al cantiere, un altro tesoro.

Appartenenti alla nuova sezione sono in tutto diciannove stanze, circa 500 metri quadri, rivestite con pregiatissimi pavimenti provenienti dalle campagne di scavo di Pompei, Ercolano, Stabia, Capri e altri luoghi della Campania, databili tra il I secolo a.C. e il I secolo d.C.

pompei

Inoltre, al Museo Archeologico sarà inaugurata venerdì 22 febbraio, la mostra “Nel Vulcano. Cai Guo-Qiang e Pompei”. L’esposizione sarà in programma al Museo sino al 20 maggio 2019.

Inoltre, un affascinante spettacolo, “Explosion Studio”, precederà la mostra, giovedì 21 febbraio; uno spettacolo pirotecnico e ispirato al Vesuvio, realizzato da Cai Guo-Qiang nell’Anfiteatro di Pompei. L’artista utilizzerà la polvere da sparo colorata per provocare esplosioni, con l’obiettivo di realizzare parte delle opere che saranno in dialogo con le collezioni permanenti del MANN, creando così un’unione fra la performance pompeiana e il percorso creativo costruito al Museo Archeologico.

L’artista cinese quindi, oltre a realizzare delle complesse sequenze di fuochi d’artificio, dipingerà con le esplosioni di polvere da sparo clorata. Una tela di 33 metri verrà posta nell’Anfiteatro insieme ad alcuni oggetti simbolo della decadenza della città prima del disastro.

Lo spettacolo di Pompei s’inspira alla forza primordiale del vulcano, e l’artista ha dichiarato di aver creato qualcosa che è pervaso da un tocco di ferocia.

Print Friendly, PDF & Email

more recommended stories