Maltrattamenti a bambini in un nido

maltrattamenti-a-bambini-in-un-nido

E’ stato scoperto l’ennesimo caso di maltrattamenti a bambini.

Una donna di 52 anni, residente a Siena aveva organizzato presso la sua abitazione un nido domiciliare per accogliere bambini dai sei mesi ai tre anni.

Le indagini condotte dalle forze dell’ordine sono partite prontamente dopo le denunce di due mamme, che avevano mandato i figli presso quel nido domiciliare.

A denunciare questa situazione è stata anche una ex collaboratrice della 52enne.

Partite le indagini, le forze dell’ordine hanno subito scoperto molti episodi di maltrattamenti, i quali prevedevano percosse, strattonamenti e piccole lesioni inferte ai bimbi.

I maltrattamenti ai bambini prevedevano anche un’alimentazione forzata oppure l’otturazione del naso per far aprire per forza la bocca e mangiare.

Le due mamme in questione hanno deciso di denunciare in quanto avevano cominciato a notare dei comportamenti strani e agitati dei loro bimbi.

Le forze dell’ordine sono stati coordinati dal p.m. Silvia Benetti e sono intervenuti nei confronti della 52enne dopo un altro spiacevole episodio.

La 52enne aveva da poco messo una bimba piccola nel passeggino in terrazzo urlando pesantemente contro la bambina, che piangeva.

I pianti della bambina hanno destato preoccupazione nei passanti, così sono intervenuti i carabinieri.

Le accuse mosse nei confronti della 52enne sono state confermate grazie alle intercettazioni ambientali e alle telecamere nascoste.

Inizialmente la 52enne è stata trasportata presso il carcere di Sollicciano a Firenze.

Il gip Alessandro Buccino Grimaldi ha poi convalidato il fermo e la donna attualmente si trova agli arresti domiciliari.

Le indagini sono ancora in corso per verificare se la struttura in questione avesse tutti i permessi per essere adibita a nido.

Print Friendly, PDF & Email

more recommended stories