10.7 C
Napoli
venerdì, 2 Dicembre 2022

Luvo Barattoli Arzano pronta a ripartire: “Non ci arrendiamo”

Da non perdere

La Luvo Barattoli Arzano, così come tutta la pallavolo campana, non vede l’ora di ripartire. Per adesso allenamenti in casa per le atlete.

Luvo Barattoli Arzano pronta a ripartire: “Non ci arrendiamo”

Restano silenziosi fino all’inizio della nuova stagione gli spalti del palazzetto dello sport teatro delle gesta dell’Arzano Volley. Dopo l’arrivo dell’inevitabile e definitivo stop a tutti i campionati nazionali e regionali voluto dalla federazione italiana pallavolo, è arrivato comunque il momento di cominciare a programmare il futuro, visto che dopo lo stand-by forzato dalla pandemia dovuta al Covid19 non ci sarà la possibilità di ritornare in campo.

“In condizioni di normalità – ricorda in maniera nostalgica il presidente dell’Arzano Volley Raffaele Piscopo – questo era il periodo più bello dell’anno. Se ripenso a solo dodici mesi fa sembra essere passato un secolo. Le squadre giovanili vincevano un titolo dopo l’altro mentre la prima squadra dopo una fantastica cavalcata si accingeva a coronare il torneo conquistando l’accesso ai playoff per la promozione in serie A2”.

Il campionato è rimasto fermo alla 16° giornata giocata il 22 febbraio in casa del Sant’Elia Fiumerapido

“I campionati ritorneranno tutti dopo l’estate  – continua il presidente Raffaele Piscopo –  anche se siamo consapevoli che non sarà facile ripartire dopo tutto quello che sta accadendo in questi giorni. Apprendiamo, come tutti, l’avvicendarsi delle notizie ora dopo ora e siamo in attesa di sapere quando quest’incubo sarà alle spalle. Prima la salute e poi tutto il resto”.

Sulla pagina social, il coach Nando Giacobelli, fra le altre cose, ha scritto: “Grazie alla mia società per l’opportunità che mi ha dato in questa stagione e per il supporto che non è mai mancato, mai. Fiducia e sostegno sono importanti per noi allenatori, sempre. Grazie alle mie atlete, dalla prima all’ultima, per avermi permesso di centrare il primo obiettivo che mi ero posto per questa stagione: sentirmi arricchito a fine anno. Traguardo raggiunto”.

Il filo diretto con le atlete certo non si è interrotto. Le giornate passano fra le videoconferenze dei corsi di aggiornamento e videoallenamenti. Anche il direttore tecnico Antonio Piscopo non vede l’ora di ricominciare: “Aspettiamo indicazioni dalla federazione. Appena sapremo quali saranno i campionati giovanili, formeremo i vari gruppi per la prossima stagione. Intanto, come dovrebbero fare tutti, resto in casa ad aspettare quando il Governo ci darà il via libera per cominciare a fare rivivere il nostro mondo, quello della pallavolo femminile”.

La visita del ministro Spadafora ad Arzano:  le promesse sul palazzetto

Da queste parti, solo due mesi fa, si aspettava il ministro Spadafora che aveva promesso un palazzetto più confortevole, adesso si aspettano le sue parole per sapere quando finirà questo lunghissimo stop. Come cambia la vita a distanza di pochi giorni.

“Dalle videochat arrivano letterine, disegni, torte realizzate con il nostro logo. Ed ancora filmati di allenamenti fatti in casa con le palle che svolazzano nel tinello. Talvolta con lo sguardo complice dei genitori che, pur tremando per i mobili, concedono quegli importanti minuti di svago. Le ragazzine dell’Arzano Volley di certo non hanno dimenticato il grande amore verso questo sport e sicuramente ritorneranno in palestra con la carica giusta per riprendere dallo stesso punto dove questa maledetta epidemia ci ha fermato”, conclude Antonio Piscopo.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli