27 C
Napoli
sabato, 2 Luglio 2022

Luigi Di Maio lascia il Movimento 5 stelle: “Una scelta sofferta”

Da non perdere

Anna Borriello
Scrivo per confrontarmi col mondo senza ipocrisie e per riflettere sul rapporto irriducibile che ci lega ad esso.

Il Ministro degli Esteri Luigi Di Maio ha lasciato ufficialmente il Movimento 5 Stelle. Oggi in una conferenza stampa ha spiegato le motivazioni dietro questa “scelta sofferta”. La decisione politica di Di Maio rappresenta una scissione all’interno del partito. In conferenza è stato accolto dal lungo applauso dei parlamentari che lo seguiranno.

Il Ministro ha spiegato: “Quella di oggi è una scelta sofferta che mai avrei immaginato Di dover fare: oggi io e tanti altri colleghi lasciamo il Movimento 5 stelle, quella che da domani non sarà la più grande forza politica in Parlamento“.

Di Maio, nel corso della conferenza, ha ringraziato il partito ma ha spiegato di volersi muovere in una direzione diversa per il futuro: “Oggi per costruire il futuro bisogna costruire soluzioni realizzabili, servono le migliori capacità del paese, perché uno non vale l’altro – dichiara-. Agli italiani serve la verità. Ci mettiamo in cammino, con chi la pensa come noi”.

L’ex deputato Alessandro Di Battista ha commentato duramente la scelta del Ministro Di Maio: “Un Movimento nato per non governare con nessuno ha il diritto di evolversi e governare con qualcuno per portare a casa risultati. Non ha alcun diritto di governare con tutti per portare a casa comode poltrone. Si chiama ignobile tradimento“, scrive su Facebook.

Sarebbero più di 50 i parlamentari che, con Di Maio, lasceranno il Movimento 5 Stelle verso una nuova formazione politica chiamata “Insieme per il futuro”.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli