L’INPS raccoglie 5 Mln di domande, tra bonus ed indennità Arrivate 5 milioni di domande per misure Covid. Tridico garantisce i pagamenti per fine Aprile

INPS 5 milioni

In base a quanto dichiarato dal Presidente dell’INPS, Pasquale Tridico, sono state registrate circa 5 milioni di domande per 9,5 milioni di beneficiari, tra bonus baby sitting, congedi covid, permessi relativi alla 104 ed indennità di 600 euro.

Il Presidente,  tiene a precisare l’enorme sforzo che il personale INPS sta facendo. La maggior parte dei dipendenti sta lavorando in smart working. L’obbiettivo è quello di rispondere e far fronte a tutte le richieste nel minor tempo possibile. Infatti, assicura i cittadini che i pagamenti avverranno entro la fine del mese d’Aprile. E’ importante sottolineare, che un lavoro di questa portata si gestisce in 5-7 anni.

Inoltre, Tridico si scusa per i disservizi di questi giorni, dovuti ad alcuni attacchi hacker, che hanno bloccato il sistema dal 21 Marzo. Da dimenticare, il black out del sito, avvenuto il primo aprile. L’episodio, ha portato alla chiusura del sito per alcune ore impedendo l’accesso ai vari utenti

Per quanto riguarda i pagamenti,  ha rassicurato i cittadini, affermando che quelli relativi alla cassa integrazione sono previsti per la fine di aprile.

Invece, per i bonus, i pagamenti sono partiti dal 15 di Aprile. Per i 600 euro destinati ai lavoratori autonomi, sono arrivate più di 4 milioni di domande, di cui 3,5 sono state già pagate. Le restanti, sono in fase di elaborazione, escludendo quelle respinte. Per gli autonomi, nei prossimi giorni, sarà possibile correggere online il proprio codice Iban, poiché sono stati registrati un numero spropositato di domande in cui il codice risulta sbagliato.

Sul sito ufficiale INPS,  l’Istituto ha comunicato che l’accredito della somma ai diretti interessati verrà comunicato tramite email o sms.

 

Print Friendly, PDF & Email

more recommended stories