L’influenza dei canali di informazione tecnologica Seguire uno o più canali di recensioni di device tecnologici ci aiuta a fare i giusti acquisti.

Oggi Parleremo dei canali di informazione tecnologica, della loro importanza ai fini di conoscenza del device che ci interessa e ai fini dell’influenza che gli youtubers riescono ad avere su di noi. Ma partiamo con il dire che fare lo youtuber non è certo essere un influencer. Quest’ultimo infatti non lo si può definire un lavoro, poiché il loro compito è finalizzato alla promozione di un determinato articolo attraverso la propria immagine o popolarità. Lo Youtuber non è mai una persona popolare che usa la sua fama con lo scopo di influenzare e se lo è, come ad esempio Andrea Galeazzi, lo è diventato costruendosi da solo e con tanto tanto lavoro negli anni. Ecco Galeazzi è forse il primo vero youtuber in ambito smartphone. Insieme a lui, sempre in ambito smartphone abbaimo Antonio Monaco (HDBlog). Oggi ci sono molti altri youtubers, molti di loro non si occupano più di un solo settore, ma recensiscono molto altro, dal tech ai motori e cosi via.

Detto questo torniamo a parlare di quelli che sono i migliori Social dove possiamo trovare i migliori canali da seguire, lo faremo indicando quello che reputo il miglior modo di comunicare e cosi andando avanti al meno influente e meno comunicativo.

Canali Youtube

Il primo social che reputo più influente e comunicativo e che metto al primo posto è youtube. Lo classifico primo perché è un social dove lo youtuber esprime tutto se stesso. Davanti alla videocamera infatti egli deve presentare, descrivere, articolare, esprimere, coinvolgere, influenzare, e consigliare l’utente. Tutto questo non è semplice, è un vero e proprio lavoro, un continuo studio su come riuscire al meglio e nel miglior modo possibile a comunicare. E’ un lavoro dove bisogna dare dimostrazione del proprio knowhow, dove bisogna entrare in contatto, in simpatia, in empatia con l’utente essendo anche simpatici (serve a far si che l’utente poi torni sul nostro canale). Ecco perché metto youtube al primo posto, credo che stando a proprio agio, in casa proprio, nel proprio habitat, lo youtuber riesca ad esprimersi al meglio nel suo compito.

Canali Telegram.

Al secondo posto io metto Telegram. Tutto sommato è un servizio di messaggistica, come il più noto whatsapp, ma che ha la possibilità di creare dei canali, che in tempo reale tengono aggiornati gli utenti che seguono i canali youtube delle condivisioni di sfondi, sfondi animati, link di promozioni, codici coupon da poter sfruttare su acquisti o servizi e molto altro. Un contatto diretto con l’utente e in un certo senzo un maggior coinvolgimento delle proprie attività.

Instagram e Fcebook.

Ovviamente non potevano mancare i social per antonomasia. Instagram molto più di facebook però.Instagram è il mezzo di interazione più che di informazione. Attraverso la condivisione di contenuti come stories da parte dei youtuber, si crea un contatto diretto, un modo anche per l’utente di interagire rispondendo o inviando un messaggio in direct. Esprimere la propria opinione con un commento, creare un contenuto e taggando lo youtuber preferito. Insomma il miglior social per creare un contatto diretto e conntinuo, con link che rimandano ai propri canali youtube e telegram. Facebook, invece, e ormai usato come punto di conoscenza, si va a cercarlo, si vede la pagina creata, ma serve molto più per portare l’utente a conoscere lo youtuber, ma solo come primo approccio. Anche i contenuti sono una ricondivisione di contenuti già condivisi per avere la pagina sempre aggiornata.

Tutto questo per rendere l’idea della grandezza e della potenza di internet e dei social al giorno d’oggi e l’influenza che hanno su di noi questi mezzi. Ma soprattutto l’importanza di conoscere questi mezzi per sfruttarli a nostro favore nel momento in cui dobbiamo affrontare un acquisto ma non sappiamo quale device comprare, come sceglierlo e, quanto  spendere o se possiamo trovare qualcosa di simile ad un prezzo minore.  

Print Friendly, PDF & Email

more recommended stories