21.2 C
Napoli
giovedì, 6 Ottobre 2022

LightSail 2, la vela solare presto nello spazio

La vela solare "salperà" per lo spazio il 22 giugno e resterà in orbita per un anno grazie alla luce del Sole.

Da non perdere

Si chiama LightSail 2 la vela solare, progettata dalla Planetary Society, il cui lancio è previsto per sabato 22 giugno attraverso il razzo Falcon Heavy della SpaceX e che, spinta dalla luce solare e al doppio della quota rispetto alla Stazione Spaziale Internazionale, resterà in orbita per un anno.

Secondo la Planetary Society: ” Se la missione avrà successo, diventerà il primo veicolo spaziale a essere spinto esclusivamente dalle particelle di luce che provengono dalla nostra stella.

Le dimensioni della vela solare equivalgono a quelle di un ring da box e il suo spesso è pari ad una fetta di pane; inoltre secondo gli ideatori che hanno preso parte al progetto, il tipo di tecnologia utilizzata potrebbe rappresentare una delle future tecnologie per la messa in orbita di satelliti più piccoli e che proprio per le loro dimensioni ridotte, anche più maneggevoli da utilizzare, i Cubesat.

Secondo i calcoli degli scienziati, a distanza di un mese, successivo al dispiegamento delle vele triangolari, la LightSail 2, spinta dalla luce, dovrebbe raggiungere la quota di 720 chilometri, che vanno a rappresentare il doppio dell’orbita della Stazione Spaziale Internazionale (Iss).

L’idea delle vele solari utilizzate per viaggiare nello spazio non è del tutto nuova.

Infatti, si trova al centro del progetto avveniristico alla ricerca di “E.T”., chiamato Breakthrough Starshot, finanziato con 100 milioni di dollari dal miliardario russo Yuri Milner.

Presentato nel 2016, il progetto è stato sostenuto dall’astrofisico Stephen Hawking, scomparso il 14 marzo dello scorso anno e dal fondatore di Facebook, Mark Zuckerberg.

Tale progetto include l’impiego di una flotta di astronavi, sempre a vele solari, spinte da dei laser fino alla stella più vicina, Alpha Centauri, con una distanza di 4,37 anni luce, in un viaggio lungo all’incirca 20 anni, a caccia di segnali di vita extraterrestre.

Ma i progetti non si fermano qui, infatti, la Nasa prevede, tra il 2020 e il 2021, il lancio di di un’altra vela solare, proprio nel corso delle missioni lunari del programma Artemis, programma che vedrà i nostri astronauti, calpestare nuovamente la superficie lunare entro l’anno 2024.

 

 

image_pdfimage_print

Ultimi articoli