24.4 C
Napoli
mercoledì, 6 Luglio 2022

L’ex regina dell’autunno: la castagna

Da non perdere

Il castagno, appartenente alla famiglie delle Fagacee, è coltivato soprattutto in Europa, Asia e Africa occidentale. Non esiste un’unica varietà di castagna: si pensi che solo in Italia se ne contano all’incirca 300, tra cui il Marrone del Mugello IGP, il Marrone di Caprese Michelangelo DOP, la Castagna del Monte Amiata IGP, la Farina di Neccio della Garfagnana DOP, la Castagna di Montella IGP e il Marrone di Roccadaspide IGP, il Marrone di Castel del Rio IGP, il Marrone di San Zeno DOP, il Marroni del Monfenera IGP, la Castagna Cuneo IGP, il Marrone della Valle di Susa IGP e la Castagna di Vallerano DOP. Le varietà su menzionate hanno ottenuto il riconoscimento dell’Unione europea

La castagna è un frutto ricco di carboidrati, di sali minerali, di fibre e di vitamine. Grazie al suo alto valore nutritivo e calorico, la castagna si è accaparrata in passato l’appellativo di pane dei poveri: veniva, infatti, utilizzata per fare la farina. Oggi, invece, è un frutto pregiato e molto costoso. Questo cambiamento è causato al fatto che negli ultimi anni i raccolti di castagne sono stati pessimi. Basta dare uno sguardo alle stime degli ultimi raccolti: quest’anno il raccolto è sceso al di sotto dei 18 milioni di chili dell’anno scorso ed è diminuito di un terzo rispetto ad un decennio fa. I responsabili di questo disastro sono due: le incessanti piogge e l’insetto killer Cinipide galligeno del castagno, proveniente dalla Cina. Anche quest’anno la Coldiretti (Confederazione nazionale coltivatori diretti), la principale associazione italiana agricola, ha lanciato un allarme sul tracollo produttivo delle castagne e ha chiesto alle istituzioni maggior controlli sulle castagne importate in Italia per evitare che siano fatte passare come castagne italiane.

caldarroste
caldarroste

Come cucinarla? La castagna può essere mangiata fresca o secca, bollita o arrostita. Le caldarroste sono le castagne arrostite: potete prepararle anche in casa arrostendole nel forno o sul fuoco, ma non avranno mai lo stesso sapore di quelle comprate per strada. Le castagne bollite, invece, vengono lessate, dopo essere state intaccate, in una pentola con delle foglie d’alloro e con un pizzico di sale per circa 40 minuti. Il tempo di cottura dipende molto dalla grandezza delle castagne. Con le castagne, inoltre, è possibile preparare farine e marmellate, dolci, primi e secondi.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli