Leonardo Da Vinci: scoperto nuovo murale dell’artista

Leonardo Da Vinci: scoperto un murale attribuito al celebre artista e scultore, nella Sala delle Asse, nel Castello Sforzesco di Milano.

Un murale di Leonardo da Vinci è venuto alla luce nella Sala delle Asse nel Castello Sforzesco. 

Il Castello Sforzesco fu costruito come fortezza nel XIV secolo ed è uno dei monumenti più emblematici di Milano. La sala all’interno della quale è stato scoperto il murale, sarà aperta al pubblico il prossimo il 16 maggio. 

Una scoperta di eccezionale importanza, che cade proprio nel cinquecentenario della morte del celebre artista, Leonardo Da Vinci. 

Il murale è stato scoperto sotto diversi strati di calce, durante le operazioni di restauro. I estauratori credono che si tratti di un Leonardo nelle vesti di maestro che fornisce indicazioni e direttive ai propri allievi secondo il tipico insegnamento delle botteghe del Rinascimento. Il disegno a carboncino rappresenta un paesaggio naturale armonioso.

Anna Brunetto, specializzata in tecnologia laser, attualmente dirige l’individuazione delle tracce di decorazione attraverso la rimozione di strati di pittura e calce e afferma “Una meravigliosa fatica e un’emozione incredibile. Un regalo che ci sta facendo Leonardo”. 

Con il murale rinvenuto, si scopre ancora una volta un Leonardo innovatore, in una visione notevolmente ampia rispetto ai dogmi della cultura quattrocentesca. Una cultura definibile nuova, come quella alla quale si avvicinava il celebre Leonardo Da Vinci. 

Il murale è caratterizzato da un tratto leggero, grazie al quale viene fuori uno scenario particolarmente interessante, fatto di natura vigorosa, folta vegetazione; nell’ambito di una visione complessiva dell’opera, è possibile avvertire la presenza dell’uomo, come se fosse tangibile e viva negli occhi di chi guarda. È un’opera che verrà fuori piano piano, grazie alle operazioni condotte, volte a non alterarne la composizione. 

Dunque, il celebre artista de La Gioconda, continua a regalare sorprese inaspettate; l’artista e scultore, arrivò a Milano nel 1482, intenzionato a trattenersi in città, fortemente attratto dalle novità scientifiche e tecnologiche proprie della cultura milanese.

Print Friendly

LASCIA UN COMMENTO