Legambiente mappa i sentieri trekking, vince la Costiera Legambiente, in collaborazione con Google, ha realizzato una mappa dei sentieri più adatti per fare trekking, tra le località selezionate primeggia la costiera Amalfitana

Con un’Italia a disposizione gli appassionati di Trekking hanno campo libero. Lo dimostra Legambiente che, in collaborazione con Google, ha messo a punto  una mappa dei sentieri adatti al trekking, da scoprire durante una passeggiata o tramite PC.

I volontari di Legambiente del progetto VolontariXnatura, hanno realizzato la mappatura dei sentieri tramite il Loan Program di Street View. Grazie a questo strumento hanno fornito una serie di percorsi da scoprire di persona, o con l’ausilio di Google Maps.

Legambiente ha rilasciato delle dichiarazioni sul progetto, nello specifico ha affermato: “dopo il lockdown è molto importante riprendere a camminare e ba fare delle passeggiate all’aria aperta. La stagione estiva, con le sue giornate ricche di luce e sole è perfetta per pianificare le escursioni”.

Tra gli itinerari proposti figurano le bellezze di tutta Italia; tuttavia a rapire l’attenzione degli appassionati sono le località della costiera Amalfitana, che con i loro colori e paesaggi costituiscono un tesoro dal valore inestimabile. In questo percorso sono comprese diverse località, tra le quali: Amalfi, Maiori, Minori, Furore, Praiano, Positano e Ravello.

La Mappatura di Legambiente

I volontari di Legambiente hanno esplorato questi posti, registrandone la bellezza con il Trekker di Street View, uno zaino che presenta 15 fotocamere, grazie alle quali è stato possibile riprendere nel dettaglio i sentieri prescelti.

Grazie alle immagini registrate dai volontari sarà possibile trovare i percorsi di trekking su Google Maps e verificarne le condizioni. Inoltre gli utenti dell’applicazione potranno prepararsi al meglio ad una gita in questi posti.

Dopo il successo dello scorso anno, quest’anno si è deciso di ampliare la mappatura includendo nuovi sentieri. Sono stati inseriti la costiera amalfitana e il cammino delle terre mutate.

Il Cammino delle Terre Mutate

Il cammino delle terre mutate si estende per 250 chilometri, da Fabriano a L’Aquila; abbraccia le quattro regioni colpite dal terremoto nel 2016, Abruzzo, Lazio, Marche ed Umbria.

La Costiera Amalfitana, la “Divina”

La costiera Amalfitana è tra le località più famose e visitate d’Italia, nel 1997 diventa patrimonio dell’umanità certificato dall’UNESCO, per questo motivo è chiamata anche “Divina Costiera”. La zona Trekking individuata parte dai Monti Lattari e si estende da Cava de’ Tirreni a Punta Campanella per circa 530 chilometri.

Print Friendly, PDF & Email

more recommended stories