Tutto l’amore della trap con Dat Boi Dee e Enzo Dong

Nnammurat nasce dal nuovo incontro, dopo la hit "Mammà", tra Dai Boi Dee ed Enzo Dong. Testo melodico e sound che sposa echi r'nb. Hit annunciata dell'estate napoletana.


Dopo il successo conseguito con le produzioni di Geolier e Lele Blade, Dat Boi Dee torna con un’altra hits annunciata, stavolta con Enzo Dong. “Nnammurata” ha un testo melodico e fresh, accompagnato da un beat simple e chitarra per dare un ulteriore sprint alle notti calde della trap partenopea che si avvia a conquistare la penisola, dopo le hits Narcos e Loco, entrambe prodotte dal giovane producer napoletano, astro nascente della nuova scena italiana.

E proprio il pubblico ha determinato la scelta di sound il producer, alis Davide Totaro, puntando su un qualcosa che faccia sognare, parlando d’amore con il ritmo coinvolgente delle tonalità trap, smussate dall’incrocio con r’n’b.

dsc_9690

La musica di “Nnammurat” viene da una considerazione – spiega Dat Boi Dee – nel nostro genere c’è un ritorno ai primi anni 2000, una sorta di r’n’b commerciale fatto da maestri come Puff Daddy, con questa canzone siamo voluti tornare alle origini. Per il testo invece, ci siamo resi conto che in questo genere oggi esiste solo una proiezione egocentrica puntata su se stessi conta solo “l’io”, invece noi vogliamo riportare i sentimenti. Nella trap per tanto tempo ci sono stati i sentimenti, soprattutto nei brani che arrivavano dagli Usa,  ora sembrano scomparsi, dobbiamo tornare a quel modello “.

L’incontro tra il trapper Dong e il producer, il secondo dopo la collaborazione per la struggente song “Mammà”, quindi risponde ad una funzionalità artistica, che vede quella che spesso è stata definita come “scuola napoletana” del rap, salire nelle sue variegate sfaccettature verso  nuovi riscontri di pubblico sempre più ampli, quanto avvalersi sempre di nuove esperienze musicali.

Su Napoli ho già collaborato con Lele Blede e Geolier, dovevo andare a prendere un altro ramo per questo ho scelto Enzo Dong” racconta il producer. “Enzo è sicuramente tra i più forti in circolazione in questo momento, ci siamo finalmente reincontrati“.

dsc_9640

Lo stesso videoclip girato tra Cuba e Napoli, inoltre risente delle atmosfere latinos alla Narcos già evidenziati nei precedenti videoclip di Geolier e Lele Blade, a cui non manca però quel tocco mediterraneo impersonato da Napoli.

Un punto di partenza per una nuova esperienza, che vede Davide collaborare anche con il mondo del cinema per la colonna sonora del film di Mario Martone “Il sindaco del Rione Sanità”, presentato alla prossima Mostra del cinema di Venezia.

Print Friendly

LASCIA UN COMMENTO