L’amica geniale i primi due episodi trasmessi da rai 1

Martedì 27 novembre è andata in onda su rai uno, la prima puntata della serie L’amica geniale, diretta da Saverio Costanzo. Ieri sera sono andati in onda i primi due episodi della maxi produzione, realizzata da Lorenzo Mieli e da Marco Gianani per Wildside e da Domenico Procacci per Fandango, in collaborazione con Rai Fiction, HBO Entertainment e TimVision;

L’attesa per la messa in onda de L’amica geniale, è finalmente terminata; ieri sera, sono andati in onda su Rai uno, i primi due episodi, della serie diretta da Saverio Costanzo. Una maxi produzione, realizzata da Lorenzo Mieli e da Marco Gianani per Wildside e da Domenico Procacci per Fandango, in collaborazione con Rai Fiction, HBO Entertainment e TimVision; i primi due episodi, molto apprezzati dal pubblico, hanno designato i primi anni dell’amicizia tra Lila e Lenù, interpretate da due bambine alle prime armi, non attrici professioniste, così come espressamente richiesto da Elena Ferrante, autrice della tetralogia, cui la serie stessa si rifà.  Ludovica Nasti ed Elisa del Genio, amiche ma anche rivali in una Napoli propria degli anni Cinquanta, tra riti di iniziazione, speranze, voglia di crescita e fuga dalla ferocia del rione.

Il romanzo comincia con un prologo, in cui Rino comunica a Elena, la quale abita a Torino, che sua madre è scomparsa

Una prima puntata intensa e colma di significati ed emozioni tra loro differenti. L’immagine di una società legata alla predominanza di una famiglia facoltosa, alla quale non si può nemmeno rivolgere la parola. Un’amicizia, quella tra due bambine, che comunicano tra loro in dialetto napoletano, sottolineando l’impronta linguistica propria dell’ambientazione della serie stessa.

La narrazione de L’amica geniale, procede utilizzando un linguaggio realistico, diretto, e privo di stereotipi, che riesce a trascinare nella “vivace” atmosfera del rione, mantenendo viva l’attenzione con le sconfitte dei vari personaggi, focalizzandosi sull’amicizia tra le due protagoniste femminili: Elena e Lila.

Le riprese de L’amica geniale, si sono svolte tra Napoli, Marcianise ed Ischia (in particolar modo Ischia Ponte e Barano) selezionando attori e comparse e circa 5000 comparse. Dunque, ancora una volta la Campania, con le sue innumerevoli bellezze, protagonista di una serie così importante. Sono diverse le aree e le zone di Napoli, nelle quali si sono concentrate le riprese, luoghi ricchi di cultura, storia, cultura e tradizioni. 

A Marcianise, negli studios allestiti in un’ex area industriale sono state girate le scene relative all’infanzia delle due protagoniste (ricostruito alla perfezione il quartiere “Luttazzi” descritto dalla Ferrante nel suo libro). L’ambiente è scarno di dettagli, piuttosto grigio, colorato dalle varie diatribe e avvenimenti che caratterizzano la storia, e che hanno fatto da cornice alle prime due puntate, trasmesse ieri martedì 27 novembre su Rai Uno.
Nei prossimi due episodi la narrazione si sposterà ad Ischia, dove Lenù sbarcherà per una vacanza premio; ad Ischia, sono state selezionate, 180 comparse, di cui 80 minorenni.

Ischia, tra Ischia Ponte e Barano, ammalierà i telespettatori, con scenari mozzafiato, abiti d’epoca, avventure, emozioni e curiosità.

Print Friendly

LASCIA UN COMMENTO