17.4 C
Napoli
mercoledì, 7 Dicembre 2022

Tre nuovi membri del consiglio all’Agenzia per l’ambiente

Da non perdere

Il segretario per l’ambiente George Eustice ha nominato il dottor Stewart Davies, Ines Faden da Silva e Lilli Matson nel consiglio dell’Agenzia per l’ambiente. Le nomine sono iniziate il 1 ° febbraio 2021 e dureranno quattro anni fino al 31 gennaio 2025.

Nuovi membri al consiglio dell’ambiente

I membri del consiglio forniscono una sfida di leadership non esecutiva e supporto al dirigente dell’Agenzia per l’ambiente attraverso riunioni regolari del consiglio, comitati e gruppi. Assumono anche ruoli guida individuali su questioni rilevanti e con i team operativi locali.

Tutte le nomine al Consiglio dell’Agenzia per l’Ambiente vengono effettuate in base al merito a seguito di un concorso pubblico. Le nomine sono conformi al Codice di Autodisciplina ministeriale sulle nomine pubbliche. È necessario dichiarare l’attività politica degli incaricati (se significativa). Tutti e tre gli incaricati hanno dichiarato di non aver preso parte ad alcuna attività politica significativa negli ultimi cinque anni.

Il segretario George Eustice ha dichiarato” È fantastico dare il benvenuto a Stewart, Ines e Lilli. La loro conoscenza ed esperienza sarà una risorsa per il consiglio dell’Agenzia per l’ambiente, poiché lavoriamo tutti insieme per migliorare e potenziare l’ambiente naturale”.

Emma Howard Boyd, presidente dell’Agenzia per l’ambiente, ha dichiarato” Il mandato dell’Agenzia per l’ambiente copre circa 13 milioni di ettari di terra, 22.000 miglia di fiume, 3.100 miglia di costa e 2 milioni di ettari di acque costiere. È una grande responsabilità, ma è un privilegio lavorare con e imparare dal personale”.

L’Agenzia per l’ambiente è un ente pubblico non dipartimentale istituito ai sensi della legge sull’ambiente del 1995 per adottare un approccio integrato alla protezione e al miglioramento dell’ambiente. Ha importanti responsabilità nella gestione delle inondazioni, risorse idriche e qualità, cambiamento climatico, qualità del suolo, prodotti chimici, prevenzione e controllo dell’inquinamento, rifiuti, conservazione e biodiversità, conservazione della pesca, qualità dell’aria e navigazione.

Le nuove nomine si basano su un impegno di tempo di quattro giorni al mese.

 

image_pdfimage_print

Ultimi articoli