4shared
7.7 C
Napoli
domenica, 23 Gennaio 2022

Laboratorio di Restauro alla Biblioteca Nazionale

La Biblioteca Nazionale di Napoli da la possibilità di guardare da vicino i processi della riscoperta di un testo e delle attività connesse ad essa.

Da non perdere

Domenico Papaccio
Laureato in lettere moderne presso l'Università degli studi di Napoli Federico II, parlante spagnolo e cultore di storia e arte. "Il giornalismo è il nostro oggi."

Mentre si avvicina l’evento che terrà occupati, durante il Maggio dei Monumenti 2018, tutti gli amanti del libro e della lettura, la Biblioteca Nazionale di Napoli “Vittorio Emanuele III”, che ospiterà il Primo Salone del Libro a Napoli, da la possibilità ai futuri spettatori della mostra di partecipare ad un evento gratuito, in cui sarà possibile scrutare la riscoperta di un testo e delle attività connesse ad essa.

Grazie alla collaborazione tra l’ente organizzativo del Salone del Libro e quello della Biblioteca Nazionale di Napoli, a partire dal 26 gennaio 2018, il Palazzo Reale di Napoli diviene luogo di incontro e itinerario conoscitivo della pratica del restauro e della rilegatura di volumi e di testi antichi, presenti e non, alla Biblioteca Nazionale di Napoli, detentrice di codici antichissimi di intellettuali come il filosofo medievale Tommaso d’Aquino, oppure gli autografi dell’opera di Giacomo Leopardi, o del poeta Giuseppe Ungaretti.

Il Laboratorio, nato nel 1977, costituisce oggi tra i massimi luoghi di consultazione per la pratica del restauro di biblioteche, ministeriali e non, in Italia. I programmi di restauro, infatti, studiati dal laboratorio della Nazionale, vengono adottati anche da privati in possesso di volumi o documenti di pregio. Inoltre l’ente spesso si offre di rendere al visitatore visite guidate delle loro pratiche oltre a corsi ed a stage, consoni soprattutto a coloro dediti allo studio del passato, quali filologi e archeologi.

Come comunica la stessa Biblioteca nazionale, l’iniziativa si svolgerà gratuitamente, grazie alla collaborazione con il Salone del Libro orientato soprattutto al coinvolgimento della scuola e dei giovani, in un momento in cui sono in calo, soprattutto nel nostro paese, le stime in % della media di lettori e cosa più inquietante, della presenza di libri nelle nostre case. Ai partecipanti è richiesta prenotazione presso l’ente, l’evento avrà periodicità di ogni 15 giorni e solo a gruppi di 20 persone .

image_pdfimage_print

Ultimi articoli