La voce di Napoli: “Mai con Salvini.”

In piazza Amedeo, stamane, il popolo napoletano ha gridato a gran voce: "Mai con Salvini."

_21secolo_TeresaGiordano

Stamattina, in Piazza Amedeo, un coro di voci partenopee ha dato libero sfogo alla propria voglia di rinnegare Salvini come loro rappresentante.

I membri delle associazioni “Napoli senza confini” e “Rete antifascista napoletana” si sono opposti e hanno denunciato la strumentalizzazione del massacro delle foibe adempiuta dai componenti della Lega, riunitisi in Piazza dei Martiri.

Raniero Madonna, esponente della Rete antirazzista, condurrà in Piazza dei martiri gli altri aderenti alla Rete, ricordando al mondo che tale luttuoso evento non va utilizzato per scopi propagandistici.

Al di là di quanto sia sbagliato riutilizzare drammatici eventi storici in ottica pubblicitaria, la lega, afferma Madonna, resta un’associazione razzista e fondamentalmente antimeridionalista. Pertanto, Napoli non sta con Salvini e vuole urlarlo forte.

Tale avvenimento richiama alla mente altri episodi in cui lo slogan “Mai con Salvini” è stato ampiamente adoperato.

Il 24 ottobre scorso, un liceo di Roma fece proprio tale motto, servendosi di uno striscione con su scritte le parole dello stesso.

Gli studenti del Liceo Mameli, difatti, in data 24 ottobre 2018, dopo la chiusura dei porti, gridarono il proprio sdegno contro un governo incapace e contro una sinistra che non faceva altro che strappare loro il sogno di un futuro migliore.

Anche in questo caso, gli occupanti del liceo chiedevano una guida politica migliore che non sfociasse in atteggiamenti xenofobi e che fosse efficiente nell’offrire loro una direttiva priva di paure contro il diverso.

I ragazzi furono in grado di gestire la situazione pacificamente, senza installare tensioni, nonostante l’intervento della polizia.

 

 

Print Friendly

LASCIA UN COMMENTO