La storica pizzeria “Da Michele” chiude a Milano A seguito dell'interdittiva antimafia revocata la licenza commerciale

La sede di Milano della storica pizzeria napoletana “Da Michele”, in piazza della Repubblica, al centro città, chiude i battenti.

Il locale “Da Michele” aveva soppiantato, nella sua apertura, “Ricci” con due proprietari d’eccezione, Belen e Bastianovich, che avevano però avuto vita breve, solo due anni.

La Polizia locale di Milano ieri ha chiuso il locale della nota catena di Napoli. L’interdittiva antimafia arriva dal prefetto Renato Saccone, la comunicazione della notizia da Palazzo Marino. Notificata la revoca della licenza commerciale. Si è occupata del caso la Questura, la quale ha svolto tutti gli accertamenti anticrimine necessari sulla Fornace srl, società che gestisce la sede milanese, e a seguito dei quali ne ha ordinato la chiusura con un’istruttoria.

Questo l’avviso apparso sulla pagina Facebook della pizzeria alle 14 di ieri, con l’annuncio che la pizzeria “rimarrà chiusa per qualche giorno per lavori di manutenzione straordinaria. Vi terremo aggiornati sulla data di riapertura. Cordialmente, La Direzione”.

“Da Michele” nasce nel quartiere di Forcella, in via Cesare Sersale, nel 1870. Fondata da Michele Condurro, diventa un’istituzione per chiunque voglia assaporare la vera pizza napoletana. Un’ esperienza culinaria felicemente esportata, oltre a Milano, a Roma, Barcellona, Londra, Tokyo e Fukuoka.

Contattato Alessandro Condurro, presidente della “Michele in The World”, impegnato nella nuova apertura della pizzeria a Londra, al telefono ha commentato la vicenda con queste parole:

“Purtroppo questa mannaia è caduta di sabato e dovremmo attendere fino a lunedì per capire lo scenario esatto mentre la macchina mediatica e del fango si è messa in movimento: troppo ghiotta la notizia, ovviamente. Ma sin d’ora desidero ricordare che Da Michele srl e Michele in The World sono società distinte con la seconda che si occupa di franchising. Quindi tecnicamente non è la pizzeria Da Michele a essere stata chiusa. I nostri partner di Milano sono persone affidabili e potrei mettere la mano sul fuoco riguardo alla loro correttezza e mi hanno assicurato che non hanno nemmeno mai preso una multa con l’auto. L’unico contenzioso della Fornace srl in essere è con il condominio per l’apertura del dehors. Spero che tutta la vicenda si chiarirà al più presto per far riaprire la pizzeria e fugare ogni dubbio sulla correttezza dei nostri partner”.

Print Friendly, PDF & Email

Giovane psicologa clinica laureatasi all'Università di Roma "La Sapienza" ed educatrice, appassionata di giornalismo e fotografia.

more recommended stories