17.1 C
Napoli
domenica, 2 Ottobre 2022

La Puglia cambia colore: torna in zona gialla

Da non perdere

Novità importanti sullo stato dei contagi in Puglia. La regione tornerà di colore giallo dall’11 febbraio. La comunicazione ufficiale arriva al termine di una riunione speciale della cabina di regia del ministero della Salute e dell‘Istituto superiore di sanità, nella quale sono stati rivisti i dati della regione sul contagio; questo in seguito alle richieste di correzione presentate dalla Puglia.

Il ministero della Salute approva la proposta presentata dalla Puglia

Il ministero della Salute ha approvato le richiesta di correzione avanzate dall’assessorato alla Sanità. La Regione Puglia chiedeva, sostanzialmente, di analizzare al ribasso i dati sui nuovi casi e di rivedere i numeri sui posti letto di terapia intensiva liberi, aggiungendo circa 100 posti letto. Una revisione necessaria ed importante per fornire una visione corretta dello stato dei contagi sull’intero territorio pugliese.

L’intervento dell’assessore Lo Palco

L’assessore alla salute, Pierluigi Lo Palco, ha dichiarato: “Si è trattato di una discussione molto importante, esiste un tecnicismo nella comunicazione dei posti letto della Protezione civile che sono definiti disponibili ma non attivati. Abbiamo fatto capire al ministero che quei posti erano attivabili in qualsiasi momento. Quanto al trend, il ministero registrava un aumento dei casi del 2 per cento. Noi abbiamo invece fatto notare che quell’aumento settimanale non incideva sul trend mensile che invece è in discesa”.

La cabina di regia ha accolto le richieste della Regione, che passa da una zona di rischio “elevato” di diffusione del contagio da coronavirus ad una di rischio “moderato”, tornando a far parte della zona gialla.

Un cambiamento molto importante per la Puglia; quest’ultima, come molte regioni italiane, ha pagato lo scotto delle restrizioni, in particolar modo per il settore della ristorazione e per quello degli esercizi commerciali. Il passaggio in zona gialla segna un periodo caratterizzato da un minor numero di divieti per i  cittadini pugliesi.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli