8.3 C
Napoli
domenica, 5 Febbraio 2023

La pandemia e la riapertura dei cancelli in Spagna

Da non perdere

La pandemia ha modificato radicalmente le abitudini della popolazione mondiale, anche le piccole abitudini dei bambini.

In tutto il mondo sono usciti diversi decreti che vietano di uscire da casa, se non per motivi di estrema necessità tra cui fare la spesa, andare a comprare farmaci e recarsi al posto di lavoro, se quest’ultimi non sono stati fermati temporaneamente.
Tra tutti cittadini del mondo quelli che hanno vissuto maggiormente rinchiusi sono i bambini.

Come sta affrontando la Spagna alla situazione?

Pedro Sanchez, Presidente del governo spagnolo, ha comunicato che chiederà un ulteriore proroga del lockdown di 15 giorni, fino al 9 maggio.
Inoltre ha anche annunciato che a partire dal 27 Aprile i bambini potranno uscire.

Questa decisione non implicherà un ritorno alla normalità, il premier spagnolo ha fissato che i bambini potranno uscire ma “con limiti per evitare nuovi contagi” e, nel caso di un nuovo aumento, tornare alle precedenti precauzioni per la pandemia. Tra le limitazioni c’è principalmente l’età dei bambini, minima di 12 anni.

Oggi Pedro Sanchez deciderà le varie modalità per rendere più sicura possibile la libera circolazione dei bambini. Sostanzialmente i più piccoli non dovrebbero essere soggetti ad un tale livello di tensione. Senza poter nemmeno godersi il sole sulla pelle e una boccata d’aria fresca, i bambini non riescono a vivere in modo del tutto sano. Di fatti, alcune comunità avevano già pressato affinché almeno i bambini potessero uscire, anche se per un periodo limitato.

Come si muoverà la Spagna considerando i rischi?

Affinché i bambini possano uscire, è di vitale importanza verificare il numero dei contagi rispetto alla settima precedente e alla data prefissata e verificare la situazione nelle fabbriche, nei cantieri e negli uffici. 

Il premier ha anche consultato gli esperti, i quali l’hanno rassicurato sulla possibilità di fare uscire i più piccoli senza conseguenze continuando “ad adottare nuove misure“. Oggi il Ministero Della Santità promulgherà un ordinanza per regolamentare un prezzo per le mascherine.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli